10 piante da interno per inverno: fiorite e resistenti

Piante e fiori rendono ogni casa più bella e intensa, più accogliente, più elegante e, allo stesso tempo, forniscono importanti benefici per la salute. Gli effetti benefici delle piante d’appartamento sono tanti: ossigenano l’ambiente, purificano l’aria che respiriamo, contrastano l’umidità, neutralizzano i cattivi odori, rendono l’ambiente rilassante e migliorano la qualità del sonno. Per chi ha voglia di rendere più accogliente e colorato il proprio appartamento anche di inverno, la scelta di piante che fioriscono in questa stagione è davvero vasta:

Zygocactus

zygocactus-cactus-natale

Lo Zygocactus è una pianta grassa che fiorisce in inverno, tra dicembre e gennaio, e proprio per questa sua caratteristica è nota con il nome di “Cactus di Natale”. Si presenta con foglie piatte e carnose al cui apice compaiono fiori molto appariscenti di colore rosso, rosa, viola o bianco. La manutenzione di questa pianta è estremamente semplice: va innaffiata circa una volta a settimana nel periodo estivo, molto meno d’inverno e va posta in un ambiente molto luminoso e arieggiato, ma non direttamente sotto raggi solari.

Anthurium

anthurium

L’Anthurium è una pianta ornamentale d’appartamento molto diffusa. Deve la sua fortuna alla grande durata della fioritura, al colore e alla particolare forma dei fiori, oltre che alla sua longevità. Le foglie di questa pianta hanno un portamento eretto, sono lucide e di colore verde brillante, consistenti, cuoriformi e pesanti. I fiori sono formati da foglie “modificate” di colore rosso rubino, dette spate, che avvolgono lo spadice, una vistosa infiorescenza cilindrica di colore giallo paglierino. Per una coltivazione ottimale è importare riporre la pianta in un posto luminoso, ma non esposto ai raggi diretti del sole, e innaffiarla abbondantemente; l’Anthurium, infatti, richiede una forte umidità ambientale ma, attenzione ai ristagni d’acqua. Per ricreare le condizioni ottimali è importante nebulizzare spesso le foglie, soprattutto durante l’inverno quando i termosifoni seccano l’aria.

Elleboro

helleborus-elleboro

Conosciuto anche come “Rosa di Natale” per il suo aspetto che ricorda quello della rosa canina, l’Elleboro ha un aspetto delicato ma è una pianta molto resistente e robusta e non necessita di molte cure. La sua fioritura inizia i primi di dicembre e si protrae fino a marzo. La pianta, di piccole dimensioni, si presenta come un cespuglio con molte foglie palmate, coriacee e di un bel verde scuro, con splendidi fiori penduli, formati da 5 delicati petali bianchi che presentano al centro degli stami a ciuffo di colore giallo. L’Elleboro non ama l’esposizione a pieno sole, anzi preferisce le zone d’ombra e va annaffiato una volta alla settimana, evitando i ristagni che potrebbero fare marcire la pianta.

Erica Gracilis

erica

L’Erica Gracilis è una pianta perenne, in grado di regalare allegre fioriture durante l’inverno. I sottili fusti, con comportamento cespuglioso, sono ricoperti da foglie strettissime e aghiformi che, verso la fine del periodo autunnale e per tutto l’inverno, si coprono di numerosi piccoli fiori campanulati raggruppati in spighe di vario colore che va dal rosso intenso, al bianco, passando per il rosa, il lilla e il giallastro. L’Erica è una pianta forte e tenace, non teme il freddo ma non gradisce i ristagni d’acqua, il terreno però deve essere sempre umido.

Camelia

camelia

La Camelia invernale o Sasanqua è una pianta in grado di fiorire nei mesi più freddi. I fiori delle Camelie variano a seconda della specie: possono essere semplici, formati da un’unica corona di petali, semidoppi, composti da una parziale doppia corona di petali, e doppi, costituiti da una gran quantità di petali che si dipanano dalla corolla centrale, con colori che spaziano dal bianco, al rosa, rosso e persino giallo. Le foglie sono verde scuro, lanceolate e appuntite. Queste piante hanno bisogno di poca acqua distribuita regolarmente. Tra le Camelie più diffuse c’è da annoverare la pianta del tè.

Spatifillo

spatifillo

Lo Spatifillo è una pianta sempreverde che si trova comunemente nelle case anche per la sua capacità di resistere nel tempo. Si caratterizza per la bellezza non solo dei fiori ma anche delle foglie di colore verde brillante, lucide, leggermente arcuate e appuntite. Per poter godere delle foglie a lungo è opportuno tenerle ripulite dalla polvere, utilizzando un panno in microfibra leggermente umido. Nelle giuste condizioni ha una fioritura duratura e continua, costituita da fiori bianchi riuniti in uno spatice, a formare una piccola pannocchia, avvolto in una spata bianca, cioè una foglia “modificata”. Lo Spatifillo è noto per la sua veloce crescita e per la sua resistenza in condizioni non ottimali, può sopportare periodi di ombra e penombra ma non deve tuttavia patire la sete: deve essere bagnato con regolarità in modo che la terra non risulti mai completamente asciutta.

Azalea

azalee

Le Azalee sono piante ornamentali molto comuni e si distinguono per i fiori dai colori vivaci in diverse tonalità del rosso e del rosa. Sono piante dal fusto leggero, con foglie ovali, pelose e coriacee. I fiori sono a forma di calice e si presentano con colori molto vivaci, che vanno dal bianco al rosa, al magenta, al bicolore, con petali che variano, a seconda della specie, da un minimo di 5 ad un massimo di 30. Le Azalee sono piante che amano il clima umido dunque è importante cercare di mantenere il più possibile bagnata la superficie del terriccio, evitando i ristagni d’acqua.

Saintpaulia

saintpaulia

La Saintpaulia, conosciuta anche come “Violetta africana”, è una pianta da appartamento molto diffusa, particolarmente apprezzata per la crescita vigorosa e per la sua fioritura abbondante e continua. Questa pianta è di piccole dimensioni, costituita da foglie carnose di colore verde scuro, ricoperte da una sottilissima peluria chiara. I fiori, che sbocciano tutto l’anno, sono a cinque petali, leggermente carnosi e di colore rosa, viola, blu o bianco con stami composti da antere gialle. Hanno dimensioni piccole ma sono presenti in gran numero sulla pianta. Le foglie sono carnose, non sopportano però lunghi periodi di siccità, è importante quindi innaffiare queste piante con regolarità, cercando di mantenere il terreno sempre umido, ma non saturo di acqua.

Codonanthe

codonanthe

Questa deliziosa pianta è facile da coltivare ed è perfetta per decorare qualsiasi ambiente della casa. La Codonanthe ha fusti sottili rampicanti che con il passare del tempo tendono a lignificarsi e a svilupparsi verso il basso, per questo motivo è adatta ad essere coltivata in cesti sospesi. Le piccole foglie ovali, di colore verde scuro, hanno una consistenza lievemente carnosa e cerosa, talvolta ricoperte da una peluria appena accennata. Per tutto l’arco dell’anno questa pianta produce piccoli fiori a trombetta, di tonalità che vanno dal bianco, al rosa, al lilla, al giallo sino al violaceo. Durante il periodo estivo, la pianta si adorna di bacche che assumono colore rosso oppure arancio. Per crescere al meglio le Codonanthe, è necessario porle in luogo abbastanza luminoso, ma riparato dai raggi diretti del sole e dalla luce troppo brillante, annaffiarle regolarmente, lasciando asciugare il terreno tra un’annaffiatura e l’altra.

Ciclamino

ciclamino

Il Ciclamino è una delle piante invernali più conosciute ed apprezzate, grazie alla sua resistenza al freddo e alla bellezza dei suoi fiori dai colori sgargianti. Si caratterizza per un aspetto contenuto: dallo stelo delicato si sviluppano foglie cuoriformi di colore verde intenso, a formare un cespuglio, i fiori sono formati da cinque petali di vario colore dal bianco, al rosa, all’albicocca al viola o lilla. Il terreno deve essere sempre sufficientemente umido e che l’acqua va versata nel sottovaso, non al centro della pianta, in modo che essa possa da sola assorbire quella di cui ha bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*