Healing Garden, la nuova terapia contro l’Alzheimer

La natura con in suoi odori e colori come medicina, è questa l’idea che ha ispirato Healing Garden, un progetto innovativo nato a Pistoia con l’intento di trovare una nuova terapia contro l’Alzheimer.

Healing Garden, la nuova terapia contro l’Alzheimer

Fiori colorati, alberi rigogliosi, api in cerca di nettare, sono tutte immagini bucoliche che rievocano scenari rilassanti per tutti ma che, per chi è affetto da malattie neurologiche come l’Alzheimer, possono rivelarsi addirittura curative. La natura è infatti in grado di fornire stimoli semplici ma efficaci nel risvegliare la memoria e i sensi, riducendo la necessità di farmaci. Sulla base di tale constatazione è nato Healing Garden un progetto che si pone come terapia innovativa contro l’Alzheimer.

Scopriamolo assieme…

Il progetto

Healing Garden è un progetto nato da un’idea di Mati 1909, un’azienda vivaistica toscana, in collaborazione con Generale Arredamenti. Partendo dalla consapevolezza che tutti gli elementi della natura sono in grado di rievocare piacevoli sensazioni e ricordi, stimolando la memoria e migliorando l’umore, Mati 1909 ha voluto dare vita a Healing Garden, un giardino della guarigione per persone affette da Alzheimer e altre patologie neurologiche.

All’interno di Healing Garden tutto è stato realizzato per rispondere ai bisogni medici ma soprattutto sociali, fisici e psicologici dei pazienti per i quali il giardino rappresenta uno spazio pensato appositamente per la cura e il relax.

Healing Garden: com’è

Per garantire gli effetti terapeutici auspicati, all’interno di Healing Garden ci sono piante profumate e aromatiche, tutte dalla fioritura prolungata. Al giardino, per potenziare gli effetti terapeutici, sono stati affiancati percorsi e punti di riferimento utili a creare uno spazio di socialità e condivisione per chi soffre di Alzheimer.

All’interno di Healing Garden infatti, si trova:

  • uno spazio accessibile e sicuro all’interno del quale i pazienti, possono trascorrere del tempo assieme agli operatori, ai familiari etra loro;
  • una zona di sosta con sedute ergonomiche per favorire uno stato di calma anche in presenza si assistenti, parenti o amici.

La previsione di questi spazi utili a ricreare le condizioni ottimali per vivere la socialità in una dimensione rilassata, ha reso Healing Garden un progetto vincente nella lotta all’Alzheimer. Sono sempre di più infatti, gli ospedali e le cliniche che si rivolgono a Healing Garden per stimolare la memoria e i sensi dei pazienti, al fine di diminuire la somministrazione di farmaci.

La nuova frontiera della terapia e dei giardini

Healing Garden e con esso i giardini terapeutici, rappresentano la nuova frontiera nel campo della terapia contro l’Alzheimer e i disturbi neurologici di vario genere. Sono infatti tantissimi i casi in cui è stato dimostrato che la socialità e la condivisione degli spazi rappresentano una cura ben più efficace rispetto ai farmaci. Allo stesso tempo la funzione terapeutica dei giardini rappresenta una nuova frontiera per lo sviluppo delle aziende vivaistiche. Come dichiarato da Andrea Mati di Mati 1909: “Per MATI 1909 si tratta di una nuova frontiera nel cammino di ricerca e specializzazione sui giardini. La sensibilità che in questi anni abbiamo sviluppato e messo a disposizione verso persone con disagi e marginalità, in esperienze come San Patrignano o Comunità Incontro, ci ha rafforzato nella sperimentazione di tecniche di utilizzo delle piante e del verde a livello terapeutico. La natura, sapientemente utilizzata, offre tutti gli strumenti per la cura delle persone”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*