Il mercato libero rivoluziona le bollette, come evitare le truffe

A Luglio 2019 terminerà il mercato tutelato e si entrerà nel mercato libero per i fornitori di luce e gas. La possibilità di rivolgersi a più aziende per luce e gas può rivelarsi vantaggioso ma tante volte può nascondere il rischio di truffe. Ecco come evitarle.

Il mercato libero rivoluziona le bollette, come evitare le truffe

Sino a poco tempo fa il mercato di luce e gas era un mercato tutelato, questo significa che era regolamentato da tutele previste per legge. Con l’irruzione del mercato libero invece, gli utenti di luce e gas saranno totalmente esposti al mercato, avendo la possibilità di scegliere le tariffe più convenienti ma anche rischiando di essere vittima di truffe. Per questo è sempre bene essere informati, per evitare raggiri pericolosi. Eccovi tutti i suggerimenti utili.

Il cambiamento in atto

Entro luglio 2019 tutti gli utenti di luce e gas dovranno passare al Mercato Libero. Un cambiamento che comporta delle conseguenze di non poco conto per i consumatori. Il moltiplicarsi dei fornitori permetterà di certo una scelta da parte dell’utente più consapevole e commisurata alle proprie esigenze, allo stesso tempo però sarà necessario essere sempre informato e aggiornati sulle varie tariffe e sui diversi fornitori. Il cambiamento in atto che prevede il passaggio dal Mercato Tutelato al Mercato libero dunque non è privo di rischi e sta generano non poca confusione. A questo è da aggiungersi che già ci sono compagnie che stanno approfittando di questa confusione, passando all’attacco dei consumatori più ingenui con telefonate, e-mail, visite porta a porta ecc. State in guardia dunque, se venite contattati al riguardo con frasi del tipo: “entro la fine dell’anno finirà il Mercato Tutelato e, se non sottoscrive ora il contratto con noi, la sua utenza verrà automaticamente trasferita ad un altro gestore con delle condizioni economiche meno vantaggiose”.

Mercato libero: cosa comporterà

Come vi abbiamo già accennato, entro Luglio 2019 il passaggio al mercato libero per le utenze di luce e gas sarà effettivo. E’ dunque di fondamentale importanza comprendere che cosa comporterà questo cambiamento nelle nostre bollette.

L’avvento del Mercato Libero, in sostituzione del Mercato Tutelato, farà in modo che al posto dei pochi fornitori oggi esistenti, che applicano tariffe calmierate dallo Stato, subentreranno diverse società che proporranno tariffe sulle quai lo stato non potrà intervenire. Si tratta di un cambiamento in atto, necessario per uniformare il mercato dell’energia italiano a quello europeo. Nel Mercato Libero ogni venditore avrà più contratti, ognuno con condizioni e prezzi differenti. Saranno previste anche delle offerte aggiuntive per ciascun contratto che potrà prevedere sconti, assicurazioni, fornitura di lampadine e tanto altro. All’interno del contratto saranno specificate la durata dello stesso, i dettagli relativi alla fatturazione, alla rateizzazione ecc.

Cosa deve fare il consumatore

Entro luglio 2019 il consumatore dovrà necessariamente passare al Mercato Libero. Chi sottoscriverà un nuovo contratto infatti, non potrà più farlo con il Mercato Tutelato: spetterà ai consumatori scegliere tra le tante opzioni di fornitura proposte dalle diverse società del Mercato Libero, tra le quali ci saranno sia i vecchi fornitori che nuove società.

Al momento della scelta è sempre bene non farsi cogliere impreparati, in modo da scegliere il fornitore che offre la tariffa più in linea con le proprie esigenze e i propri consumi. Anche se luglio 2019 è ancora lontano, le associazioni di consumatori stanno già registrando diverse pratiche aggressive e fuori norma a danno dei consumatori. I timori che il Mercato Libero possa portare a un aumento delle bollette e a un rischio di incappare in truffe ci sono, per questo è ancora più importante informarsi e chiede aiuto a esperti.

Lo sportello di Confconsumatori

Fortunatamente a tutela dei consumatori e per evitare il raggiro di truffe, Confconsumatori ha messo a disposizione uno sportello per richiedere tutti i chiarimenti in merito al passaggio al Mercato Libero e segnalare eventuali truffe.

Lo sportello si chiama “Energia: diritti a viva voce” ed è al servizio di ogni consumatore per avere assistenza in riferimento alla rivoluzione in atto sulle bollette di luce e gas.

Cosa fare entro luglio 2019

Come suggerito da Confconsumatori, una cosa molto importante da evitare è la fretta. Nel passaggio dal Mercato Tutelato al Mercato Libero è importantissimo prendersi tutto il tempo necessario per scegliere il proprio fornitore di luce e gas.

Nel frattempo, in attesa dell’avvento definitivo del Mercato Libero a Luglio 2019, i consumatori hanno diverse possibilità:

  • Per prima cosa i consumatori potranno scegliere di rimanere nel Mercato Tutelato sino al 1° luglio 2019, questo perché è solo in quella data (e non entro fine anno, come sostenuto da alcuni operatori telefonici) che avverrà il passaggio. Solo una volta subentrato il Mercato Libero, i consumatori dovranno sottoscrivere un nuovo contratto, scegliendo una società.
  • In alternativa, se non si vuole attendere luglio 2019, già da ora è possibile passare direttamente a un contratto nel Mercato Libero, ma in questi casi è opportuno informarsi bene per scegliere la più vantaggiosa delle tariffe tra quelle proposte dai vari gestori. Un ottimo modo per fare una scelta consapevole e informata è quello di utilizzare un motore di ricerca online come “Trova Offerte”, gestito direttamente dall’Autorità per l’Energia.
  • Una terza opzione è rappresentata da un contratto transitorio di Tutela Simile che però può sottoscriversi solo per la fornitura della luce. Si tratta di una forma intermedia tra mercato tutelato e mercato libero, ideata per favorire il passaggio a quest’ultimo, beneficiando però delle condizioni di Maggior Tutela previste per il mercato tutelato.
  • Un’altra possibilità invece è da dall’offerta Placet, un contratto di Mercato Libero che il consumatore può sottoscrivere ma che prevede delle condizioni standardizzate che a partire dal 1° gennaio 2018 ogni venditore dovrà inserire tra le proprie offerte di Mercato Libero.

Come vedete le possibilità di scelta sono tante, trattandosi di una vera rivoluzione per le nostre bollette. Per questo la cosa migliore da fare è sempre quella di informarsi con calma e non prendere decisioni affrettate. Solo in questo modo l’avvento del Mercato Libero non nasconderà il pericolo di truffe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*