Ragazza di 26 anni fa causa al padre: “Non mi mantiene”

2.600 euro al mese per coprire le spese di vitto e alloggio fuori casa, studi, spese mediche, vacanze, palestra e molto altro. Questa è la straordinaria richiesta di una ragazza di 26 anni di Pordenone che ha portato il padre in tribunale pretendendo un mantenimento record per tutte le sue necessità. Il tribunale ha accordato il diritto della ragazza ad essere mantenuta ma ridimensionando sostanzialmente la sua richiesta economica.

Ragazza di 26 anni fa causa al padre: “Non mi mantiene”

soldiUna studentessa fuori corso di Pordenone, 26 anni, ha portato il padre in tribunale con l’accusa di non darle un mantenimento nonostante le possibilità economiche. I due vivono nella stessa casa ma la ragazza denuncia di vivere in ristrettezze vivendo di soli 20 euro al mese (escluse spese mediche, carburante, abbigliamento che il padre ha dichiarato di coprire totalmente) e per questo ha presentato ricorso al tribunale di Pordenone chiedendo 2.577 per le sue necessità che oltre a studi e spese mediche includono estetista, parrucchiere, svago e vacanze.

Appurato in tribunale che il ritardo negli studi è dovuto anche al divorzio dei genitori, il giudice ha stabilito che il padre è tenuto ancora a provvedere al mantenimento ordinario e alle spese sanitarie e universitarie con una “paghetta” di 500 euro al mese fino al 30 giugno 2019. Presentato ricorso alla Corte d’Appello di Trieste, l’assegno è stato ridotto a 350 euro visto che la giurisprudenza impone il mantenimento del figlio che non è riuscito a conquistare l’indipendenza economica.

Le richieste della ragazza nel dettaglio

Molto meno di quello richiesto dalla pretenziosa figlia, che nell’elenco di spese di mantenimento cui credeva di avere diritto ha incluso: 240 euro al mese per le spese di mantenimento all’università, circa 140 euro per mezi pubblici, bus e treno, 140 euro per la mensa, 220 euro per colazione, frutta e altri generi, 300 euro per il posto letto a Gorizia, 100 euro per il gas, 400 euro per lo svago, circa 250 euro mensili per vacanze, lezioni di musica e abbigliamento, 50 per il parrucchiere e 60 per l’estetista, più di 60 per visite mediche, 50 euro al mese per la piscina e 33 per la palestra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*