Come eliminare la cellulite: cause, consigli e rimedi

Noemi Iovino
  • Dott. in Scienze della Comunicazione

La cellulite è l'inestetismo più odiato e diffuso nel mondo femminile. Ma quali sono i fattori alla base della tipica buccia d'arancia? Come riconoscere il proprio tipo di cellulite? Ecco la guida completa per scoprire le diverse tipologie di cellulite, le cause, i rimedi e i consigli per eliminarla o attenuarla

Come eliminare la cellulite: cause, consigli e rimedi

L’inestetismo per eccellenza del mondo femminile, che dà da pensare a donne di tutte le età e forme fisiche, è senza dubbio la cellulite. Spesso confusa con la ritenzione idrica, la cellulite si manifesta con la classica buccia d’arancia, che fa capolino in zone come i glutei, le cosce, i fianchi e il ginocchio.

Nonostante sia considerata da molti un semplice problema estetico, la cellulite (nota anche come adiposità localizzata, adiposi edematosa o liposclerosi) è in realtà una vera e propria patologia che, oltre la pelle e il tessuto sottocutaneo, interessa anche la circolazione. Prima di conoscere tutti i modi per eliminarla o attenuarla, dunque, è di fondamentale importanza conoscerne le cause all’origine e saper riconoscere le diverse tipologie.

Cellulite, cos’è e come riconoscerla

Tutte le cause della buccia d'arancia

Ai nostri occhi, la cellulite si presenta come una serie di depressioni e piccole fossette, sparse in modo irregolare. Quello che vediamo è una pelle che ha perso la sua elasticità e che in alcuni punti si presenta gonfia, dura al tatto e spesso dolente.


Leggi anche: Pelle sensibile: cause, rimedi e come riconoscerla

Da cosa è causato tutto questo? Il problema sta nel microcircolo venoso e linfatico, che non funziona come dovrebbe e che provoca un ristagno di liquidi. Ciò provoca un’infiammazione, a seguito della quale le cellule del tessuto adiposo (lo strato ricco di grasso che si trova sotto la pelle) si gonfiano in modo eccessivo, comprimendo le fibre di collagene. Quest’ultime non riescono, così, a rendere la pelle tonica ed elastica.

Nonostante l’origine della buccia d’arancia sia la stessa, la cellulite può essere diversa da donna a donna. In alcune il problema si manifesta solo a livello sottocutaneo e non è visibile sulla superficie del corpo. In altre donne, invece, le fossette compaiono nel momento in cui si contraggono i muscoli. C’è poi un altro tipo di cellulite, che si manifesta su un’area più o meno estesa della pelle in ogni momento, senza bisogno di pizzicare la pelle o eseguire contrazioni. In particolare, la cellulite fibrosa si manifesta con la comparsa di piccoli noduli, che diventano molto più grandi e diffusi con la cellulite sclerotica, la forma più avanzata e dolorosa.

Cellulite, le cause

Come eliminare la buccia d’arancia consigli e accorgimenti

I fattori che scatenano la cellulite sono abbastanza chiari. Ma quali sono le cause alla base del malfunzionamento della microcircolazione venosa e linfatica?

Innanzitutto lo stress, un ritmo di vita eccessivamente sregolato e la mancanza di sonno. Al contrario, anche la vita sedentaria e la mancanza di attività fisica sono tra le cause più diffuse, insieme ad un’alimentazione scorretta, alla mancanza di idratazione e all’assunzione di farmaci come la pillola anticoncezionale. Non sono da sottovalutare, poi, gli indumenti troppo stretti come i jeans attillati e le scarpe con tacco indossate troppo frequentemente. Tra le cause che non possiamo controllare, invece, c’è la predisposizione genetica e un eccesso di estrogeni (ormoni che provocano la ritenzione idrica e l’aumento di peso).

Come prevenire ed eliminare la cellulite, 6 rimedi

Bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno e vestire abiti comodi sono solo alcuni degli accorgimenti che possiamo mettere in atto per eliminare in tutto o in parte la fastidiosa buccia d’arancia che tanto ci affligge.

In effetti, abbiamo a disposizione molte altre scelte che possono evitarci i trattamenti estetici, spesso molto costosi. Questi rimedi, però, funzionano solo se attuati con costanza e contemporaneamente.

1. Condurre un’alimentazione sana ed equilibrata

Alimentazione equilibrata

Mangiare in modo corretto è il punto cardine, attorno al quale ruotano tutti gli altri. Che sia in ballo la salute dei nostri capelli, della pelle del viso o del corpo, l’origine è quasi sempre riscontrabile negli alimenti di cui ci nutriamo.

In particolare è necessario mangiare molti tipi diversi di frutta (soprattutto lamponi, more, ananas, fragole e mirtilli) e verdura (da preferire quelli ricchi di acqua come il cetriolo ma anche gli spinaci, la lattuga, i fagiolini e le zucchine), poiché sono ricche di vitamine, antiossidanti e sali minerali. Da prediligere, poi, gli alimenti ricchi di fibre (come i legumi e i cereali integrali) e di omega-3 (come il pesce).

Tra i cibi assolutamente da evitare, invece, ci sono i cibi in scatola, gli insaccati, i fritti, lo zucchero raffinato, le carni grasse, gli snack, i formaggi stagionati e i cibi molto salati (per dare sapore ai nostri piatti, per esempio, possiamo sostituire il sale con delle spezie). Da evitare anche l’alcol, grande nemico della pelle insieme al fumo.

2. Fare attività fisica

Sport anticellulite

Una buona alimentazione va unita all’attività fisica. Muoversi è infatti fondamentale per limitare la comparsa di cellulite. Ma quali sono gli sport più indicati per combattere questo inestetismo?

Innanzitutto, c’è da precisare che le attività fisiche più adatte sono quelle che favoriscono la circolazione e l’ossigenazione dei tessuti e tonificano il corpo senza però fare degli sforzi estremi, che peggiorerebbero soltanto la situazione. Inoltre, l’attività fisica deve essere costante: l’ideale sarebbe praticarla almeno tre volte a settimana, per almeno quaranta minuti di seguito. Assolutamente consigliate la camminata veloce, l’acquagym, l’hydrobike, il kickboxing e il nuoto.

Tra le attività che danno più risultati ci sono poi le passeggiate in biciletta (o l’allenamento sulla cyclette), zumba, yoga e pilates.

3. Massaggiare con creme anticellulite

Gel e lozioni anticellulite

In contemporanea allo sport e ad una sana alimentazione, è possibile applicare sulle zone interessate una buona crema anticellulite, in grado di idratare la pelle e renderla più elastica (e risolvere il problema almeno in superficie). Tra quelle più efficaci, ci sono le creme a base di betulla, edera, ippocastano, quercia, centella, vite rossa ed oli essenziali. Bisogna però sapersi orientare tra gli infiniti prodotti decantati dalle migliori strategie di marketing ed osservare bene lo stato in cui si trova la propria cellulite.

Nel caso di cellulite edematosa (lo stadio più lieve) la funzione principale della crema deve essere quella di rinforzare i capillari. Quando invece la buccia d’arancia è costantemente presente sulla pelle, anche senza sollecitarla, è opportuno scegliere creme a base di elementi come le alghe brune, che facilitano lo scioglimento di grasso. Nei casi più gravi, infine, si può ricorrere a creme a base di bromelina o papeina.

In generale, fatevi consigliare sui cosmetici migliori sul mercato in grado di sciogliere i grassi, stimolare la diuresi ed agire sul microcircolo, rinforzando le pareti dei capillari.

4. Bere tisane ed infusi a base di erbe

Infusi anticellulite

Un’altra buona abitudine che deve entrare di diritto nella routine giornaliera consiste nel bere tisane a base di prodotti diuretici e drenanti e allo stesso tempo antinfiammatori e antiossidanti. A questo proposito, sono consigliate le tisane e gli infusi a base di finocchio e betulla (ideali per la loro funzione drenante e sgonfiante), vite rossa (che protegge i capillari), tarassaco, ciliegia (i suoi peduncoli sono antigonfiore), zenzero ed equiseto.

La cosa fondamentale da tenere a mente è che, come tutti gli altri rimedi, le tisane a base di erbe devono essere assunte con frequenza. In questo modo, è possibile idratare il nostro corpo e apporre la giusta quantità di liquidi senza necessariamente ricorrere all’acqua. Nel web ci sono moltissime ricette per preparare delle bevande fai-da-te ma sappiate che esistono anche quelle già pronte! Inoltre, alcune erbe possono essere assunte anche sotto forma di compresse o applicate direttamente sulle gambe sotto forma di gel o creme.

5. Ricevere massaggi linfodrenanti

Massaggi e trattamenti linfodrenanti

Tra i rimedi più acclamati contro la cellulite ci sono sicuramente i massaggi linfodrenanti. Quello che è importante sapere è che possono esserci diversi tipi di stimolazione della pelle: il loro comun denominatore sta nel fatto che agiscono sul microcircolo linfatico, stimolando la diuresi ed eliminando i liquidi in eccesso. In questo modo, si evita l’accumulo di grasso all’origine della cellulite.

Ci sono poi i massaggi connettivali, che hanno lo scopo di allungare il tessuto connettivo (questi agiscono più in profondità per modificare l’aspetto della buccia d’arancia), la pressoterapia (che va a stimolare la circolazione venosa e linfatica) e massaggi ad infrarossi (che migliorano la circolazione del sangue).

Alcuni massaggi, poi, possono essere eseguiti da soli con l’aiuto di alcune creme e lozioni. È importante però eseguire movimenti diversi in base alla parte del corpo che si va a massaggiare.

6. Stimolare il microcircolo

Gambe sollevate

Dal momento che il buon funzionamento del microcircolo è essenziale per risolvere il problema della cellulite, è importante fare qualcosa per facilitarlo.

Oltre ad eseguire massaggi lenti e circolari con creme e lozioni, dovremmo avere cura di alternare getti di acqua calda a quelli di acqua fredda dal basso verso l’alto, sotto la doccia. Inoltre, non bisogna trascorrere troppo tempo in piedi o seduti (soprattutto con le gambe incrociate) perché entrambi le situazioni, se esasperate, non fanno che accentuare il problema. Una buona abitudine consiste, infine, nello sdraiarsi e sollevare le gambe appoggiandole ad una parete.