Come igienizzare la lavastoviglie, i 3 migliori metodi

Serena Basciani
  • Giornalista e Content Editor
  • Esperta in Personal Branding

La lavastoviglie è  l’alternativa perfetta per chi non ama lavare i piatti a mano, risparmiando tempo e fatica. Ma come tutti gli altri elettrodomestici, la lavastoviglie ha bisogno di essere pulita  per farla funzionare bene. Cosa più importante è l’igiene della lavastoviglie visto che all’interno vanno messi oggetti che vanno a contatto con la nostra bocca e le mani. Ecco alcuni suggerimenti utili per igienizzarla in modo impeccabile

Come igienizzare la lavastoviglie, i 3 migliori metodi

La lavastoviglie è un bene di lusso ormai per pochissime di noi. La maggior parte delle cucine in vendita la inserisce infatti insieme al frigorifero ed al forno, come complemento imprescindibile. Anche questo elettrodomestico però necessita di cure e attenzione se non vogliamo ritrovarci a doverlo riparare in continuazione o, cosa anche peggiore, doverla sostituire.
Inoltre considerando che si tratta di un elettrodomestico che lava le nostre stoviglie è bene tenerlo sempre igienizzato con cura.

Conoscete i metodi migliori per igienizzare la vostra lavastoviglie? Se a parte i prodotti in vendita per la pulizia della lavastoviglie non conoscete altri modi, nessun problema, ne vedremo alcuni insieme.

pulizia lavastoglie

Il lavaggio accurato della lavastoviglie non è una premura utile solo per tutelare l’igiene, ma anche per aiutare la sua manutenzione.
Quando il risultato del lavaggio non ti soddisfa più, nella maggior parte dei casi è colpa del malfunzionamento della lavastoviglie.

Può essere il grasso non sciolto durante il lavaggio che si accumula su filtri, guarnizioni e resistenze riducendo l’azione del detersivo, lavaggio dopo lavaggio. Non trascurate questo dettaglio, vi ritroverete a dover rimpiangere questa superficialità.
Anche per pulire la lavastoviglie  è possibile intervenire con il fai da te, che è la nostra passione in tanti ambiti.

Igienizzare la Lavastoviglie con Aceto

aceto per pulizie


Leggi anche: Come pulire la lavastoviglie con metodi naturali

Uno dei prodotti cha abbiamo imparato essere più utile nel fai da te è l’aceto, lo abbiamo visto per la lavatrice, la biancheria e per tenere lontani gli insetti. La lavastoviglie non fa eccezione. Per igienizzare la lavastoviglie con l’aceto vi basteranno 3 passi:

  1. Inserire nel cestello inferiore una ciotola contenente tre tazze di aceto bianco
  2. Programmare un ciclo di lavaggio completo usando il programma con la temperatura più alta
  3. Togliere la ciotola e usare la lavastoviglie come sempre.

Se volete provare una variante ulteriore, utilizzate aceto di vino rosso unito a qualche goccia di limone, e versate il composto direttamente nel vano dedicato alle posate. Mandate poi il lavaggio normale.

Igienizzare la Lavastoviglie con Limone

limone lavastoviglie

Abbiamo imparato che, come per l’aceto, anche il limone ha tantissime potenzialità, soprattutto come igienizzante. Uno dei punti critici di qualsiasi lavastoviglie è rappresentato dai cattivi odori, impossibili da prevenire considerando il lavoro che svolge con le nostre stoviglie sporche. Possiamo limitare la produzione di cattivi odori effettuando una pulizia preventiva di piatti e posate, prima di riporli in lavastoviglie, ma non sarà comunque garanzia che non si produrranno puzze causate dallo smaltimento della sporcizia.

Ecco che gioca un ruolo importante il limone come igienizzante; abbiamo infatti imparato che il limone è potentissimo contro gli odori forti. Dopo aver usato il limone per cucinare, se non lo avete spremuto totalmente, inseritelo vicino lo spazio dei bicchieri, a testa in giù, nella vostra lavastoviglie. Avrete igienizzato e profumato il vostro carico contemporaneamente al lavaggio, senza doverne fare uno a vuoto in più.

Igienizzare la Lavastoviglie con Bicarbonato

lavastoviglie bicarbonato

Come per aceto e limone anche per il bicarbonato sappiamo le mille risorse e tante possibilità che ha. Così come per i precedenti metodi anche per quello che riguarda il bicarbonato di sodio basterà diluirne un cucchiaino in un bicchiere d’acqua e versarlo sul fondo della lavastoviglie. Ricordatevi di pulire bene il filtro prima, rimuovendo i residui di cibo e passandolo sotto abbondante acqua corrente.
Grazie a questa sana abitudine la vostra lavastoviglie sarà igienizzata, profumata e osserverà una corretta manutenzione per essere al riparo da futuri possibili danni.


Potrebbe interessarti: Aceto di mele, 16 consigli su come usarlo

Quando Igienizzare La Lavastoviglie

Igienizzare lavastoviglie

Veniamo al tempo: ogni quanto dobbiamo lavare a vuoto la lavastoviglie?

Se usate quotidianamente la lavastoviglie, puliscila accuratamente una volta al mese, la piccola fatica della pulizia ti verrà ampiamente ricompensata con piatti e stoviglie puliti e igienizzati.
In commercio esistono dei dispenser con cartuccia che consentono di risparmiare energia e detersivo. Riducono le spese di manutenzione in quanto proteggono le parti interne della lavastoviglie come elettropompa, resistenza, tubazioni,  da tutti i sedimenti presenti nell’acqua (cloro, sabbia, sedimenti metallici, calcare, etc.).

La sostituzione della cartuccia va effettuata quando lo indica il segnalatore automatico di cui è dotato il dispenser (dura in media 5-6 mesi). Sono in vendita nei supermercati oppure online.  In ogni caso un lavaggio a vuoto al mese, ad alta temperatura, a prescindere da tutti gli additivi naturali di cui abbiamo parlato, sarà già importante per mantenere la pulizia e non intasare i tubi di scarico.