Luci LED per la casa: come sceglierle, modelli consigliati

-
04/12/2019

Luci LED per la casa: come sceglierle, modelli consigliati

Ultimamente si parla molto delle luci LED, soprattutto in riferimento al taglio dei consumi e alla riduzione degli sprechi domestici di energia elettrica. Ebbene, questa particolare tipologia di lampadine può in effetti venirci incontro e assicurarci una serie di vantaggi davvero enormi. Non solo, le luci LED sono anche un importante alleato per creare un’illuminazione della casa ricca di sfumature colorate e valorizzare così ogni vostro ambiente. Quali sono le caratteristiche di queste lampade? Scopriamole insieme.

Caratteristiche tecniche delle luci LED

Le luci LED funzionano per merito dei diodi, quindi sono molto diverse dalle comuni lampadine a incandescenza,  consentono di ottenere tonalità cromatiche multiple anche da una singola lampada. Si tratta infatti di micro LED, collegati tra loro da rete elettrica, inseriti su una barretta di vetro rivestita in resina. La resina è generalmente di colore arancione o giallo e questo può influenzare i tipi di colore che il LED è in grado di riprodurre. Richiedono sempre un trasformatore per poter essere utilizzate, perché non sono alimentabili attraverso la classica tensione elettrica presente nelle nostre case. Per questo motivo la maggior parte dei LED che trovate in commercio è già dotata di apposito alimentatore.


Leggi anche: Cecilia e Ignazio: un Grande Fratello a luci rosse

Disporre di luci LED in casa: consigli utili

Una volta compresa l’utilità delle lampadine LED, serve capire come sfruttare al massimo questo tipo di illuminazione dentro casa. Per prima cosa c’è una regola dell’illuminotecnica che tutti dovrebbero tenere a mente: è fondamentale scegliere con cura dove sistemare i punti luce, in modo da valorizzare appieno gli ambienti domestici. Bisogna poi ricordarsi della varietà di toni cromatici, cioè i diversi colori di luce, che può aggiungere una marcia in più al design degli interni. Quali sono gli altri aspetti che dobbiamo valutare, prima di procedere con l’installazione? La posizione del mobilio ad esempio, ma anche l’altezza del soffitto e la tinta scelta per i muri, così come il numero e la disposizione dei faretti. Questi ultimi, non a caso, possono diventare anche a livello strutturale una componente preziosissima per l’arredo delle stanze.

Vantaggi nell’installazione e utilizzo delle luci a LED

Il primo motivo per scegliere i LED, ovviamente, è la possibilità di risparmiare molta energia. Da sola però questa misura non consente di abbassare di molto i costi in bolletta, per questo è sempre il caso di abbinarla auna delle offerte per la luce in casa più convenienti proposte dai fornitori. Così facendo e parallelamente attuando una serie di altri piccoli accorgimenti, si otterrà il massimo del risparmio senza dover rinunciare a niente. Le lampade LED permettono, infatti, di tagliare i costi dell’elettricità del 50%, un risparmio di certo non indifferente. Un altro beneficio indiscutibile riguarda la durata delle lampadine LED, che può superare di 33 volte quella delle lampade normali, con ovvi vantaggi anche in termini di smaltimento. Non dimentichiamoci di tutta la ricchezza in quanto a colori, tonalità, qualità e persino quantità di luce: le lampadine in questione ci consentono di regolare i toni cromatici e anche la potenza del fascio luminoso, cambiando colore in base alle nostre esigenze del momento. Per quanto concerne i benefici dati all’ambiente, va detto che i LED non contengono metalli pesanti come il piombo e nemmenogas pericolosi. Dato che i vantaggi superano di gran lunga gli scantaggi, ora non vi resta che capire dove potete impiegarle in casa e quali modelli si possono meglio adattare alle vostre esigenze.


Potrebbe interessarti: Matrimonio in autunno: perché conviene

Differenti modelli di luci a LED

Così come per i sistemi di illuminazione classica, anche le luci a LED sono state inserite in una pluralità incredibile di modelli, per poterle adattare al meglio a tutti le esigenze dei consumatori.

La prima distinzione da fare è sicuramente relativa ai colori che le luci LED possono rirpodurre. Si possono così distinguere:

  • LED a colori: si tratta di luci in grado di riprodurre vaste scale di colori, anche fino a 16 milioni di colori. In questi colori è inclusa anche la luce bianca calda e fredda.
  • LED a luce bianca calda e fredda: si tratta di luci la cui capacità di riprodurre colori è limitata alle sole tonalità di bianco.

Ovviamente i modelli che sono in grado di generare maggiori scale di colori, sono anche i più costosi. Meno costose sono invece le luci bianche calde e fredde.

Altra differenza importante da considerare tra i vari modelli è il differente modo in cui i LED sono organizzati all’interno del dispositivo. La disposizione dei led permette infatti di creare 3 tipologie differenti di prodotti:

  • Lampadine LED: con forma similare alle classiche lampadine, ma costituite al loro interno da molteplici LED
  • Strisce LED: Anche note come LED stripes, sono delle strisce adesive in cui i LED sono disposti in fila uno dietro l’altro
  • Lampade LED: tutti quei prodotti che permettono di illuminare la casa come plafoniere, applique, e altri, che inglobano direttamente al loro interno i LED.

Infine l’ultima caratteristica fondamentale delle luci LED e quella di poter essere o meno controllate da remoto tramite Wi-Fi o Bluetooth, per mezzo di apposite App. Per questo le luci LED possono anche essere distinte in:

  • Luci connesse o smart: Cioè luci che possono essere accese, spente e regolate per mezzo di apposite App proprietarie che comunicano tramite Wi-Fi o Bluetooth
  • Luci non connesse: cioè modelli che non prevedono il controllo da remoto.

Categoria particolare delle luci smart, sono quelle che permettono di essere regolate per mezzo del controllo vocale, grazie al collegamento con gli assistenti vocali Google Assistant o Alexa di Amazon. Naturalmente le luci LED smart sono anche le più costose, in quanto contengono un modulo interno in grado di comunicare con l’app che le comanda. Particolarmente note sono in questa categoria le luci LED della Philips Lightning Hue.

Le luci LED Smart inoltre possono essere suddivise in due principali categorie. Luci che necessitano di un Bridge e luci che non ne hanno bisogno.

Dove posizionare le luci LED in casa

Come già anticipato esiste un universo di prodotti a LED e spesso ci si può ritrovare confusi di fronte a tanta offerta. In ogni caso, l’importante per voi è prima di tutto valutare attentamente i vostri spazi in casa, il vostro arredamento e capire così quali potrebbero essere valorizzate dall’aggiunta di un apparato LED. Riprendendo le 3 tipologie di luci LED esaminate in precedenza, cercheremo di offrirvi tanti possibili idee su come poterle sfruttare in casa.

Dove mettere le lampadine led in casa

Le lampadine a LED sono forse la categoria di prodotto per la quale è più facile immaginare un utilizzo. Si tratta infatti di lampadine del tutto identiche a quelle tradizionali. Vi consigliamo in questo caso di valutare quali sono le luci che sfruttate di più in casa e di posizionare lì le vostre lampadine a LED. Visto che probabilmente saranno le luci più utilizzate, vi permetteranno di riscontrare un ottimo risparmio in bolletta.

Inoltre se acquisterete le lampadine LED Smart, quindi connesse a un app o assistente vocale, potrete comodamente spegnerle e accenderle ovunque vi troviate, anche fuori casa!

Nel caso in cui decideste di acquistare la versione a 16 milioni di colori delle lampadine LED Smart, potrete creare delle atmosfere particolari in ogni ambiente di casa.

Strisce LED o LED Stripes

Come già detto le strisce LED sono forse il prodotto più innovativo, ma anche il più divertente da applicare. Si tratta infatti di LED posti in fila lungo un nastro protetto da plastica trasparente, applicabili grazie ad una potente striscia adesiva posta di dietro.

In questo caso servirà una buona fantasia per decidere dove metterle in casa. Si potrebbe pensare ad esempio di posizionarle sotto uno scalino presente in salone o sotto i pensili della cucina. Alcuni le hanno posizionate dietro la cornice del televisore per creare un effetto scenico divertente.

Insomma la loro versatilità si presta veramente a qualunque utilizzo e l’effetto sorpresa per i vostri ospiti sarà garantito. Tanto più se comprerete la versione smart delle strisce LED, che potrete comandare con l’app o con la voce se compatibili con Google Assistant e Alexa di Amazon.

Lampade LED

Le lampade LED costituiscono una categoria di luci LED piuttosto eterogenea. Rientrano infatti in questo gruppo tutti gli altri tipi di illuminazione a LED, come plafoniere, applique e lampioni da giardino. In pratica non esiste tipologia di luce classica che non sia stata riproposta in versione LED e Smart. Molto interessanti possono essere le luci LED da esterni Smart, perché permettono di essere attivate ad orari precisi o da remoto per mezzo dell’apposita app. Una bella comodità per chi rientra a casa con il buio.

Molto interessanti sono anche le plafoniere da interni, vere proprie opere di design, che possono dare un tono estremamente moderno ai vostri ambienti in casa.