Luci LED per la casa: come e perché usarle

-
04/12/2019

Luci LED per la casa: come e perché usarle

Ultimamente si parla molto delle luci LED, soprattutto in riferimento al taglio dei consumi e alla riduzione degli sprechi domestici di energia elettrica. Ebbene, questa particolare tipologia di lampadine può in effetti venirci incontro e assicurarci una serie di vantaggi davvero enormi. Quali sono le caratteristiche di queste lampade? Scopriamole insieme.

Caratteristiche tecniche delle luci LED

Le luci LED funzionano per merito dei diodi, quindi sono molto diverse dalle comuni lampadine a incandescenza,  consentono di ottenere tonalità cromatiche multiple anche da una singola lampada. Si tratta infatti di micro LED, collegati tra loro da rete elettrica, inseriti su una barretta di vetro rivestita in resina. La resina è generalmente di colore arancione o giallo e questo può influenzare i tipi di colore che il LED è in grado di riprodurre. Richiedono sempre un trasformatore per poter essere utilizzate, perché non sono alimentabili attraverso la classica tensione elettrica presente nelle nostre case. Per questo motivo la maggior parte dei LED che trovate in commercio è già dotata di apposito alimentatore.


Leggi anche: Cecilia e Ignazio: un Grande Fratello a luci rosse

Disporre di luci LED in casa: consigli utili

Una volta compresa l’utilità delle lampadine LED, serve capire come sfruttare al massimo questo tipo di illuminazione dentro casa. Per prima cosa c’è una regola dell’illuminotecnica che tutti dovrebbero tenere a mente: è fondamentale scegliere con cura dove sistemare i punti luce, in modo da valorizzare appieno gli ambienti domestici. Bisogna poi ricordarsi della varietà di toni cromatici, cioè i diversi colori di luce, che può aggiungere una marcia in più al design degli interni. Quali sono gli altri aspetti che dobbiamo valutare, prima di procedere con l’installazione? La posizione del mobilio ad esempio, ma anche l’altezza del soffitto e la tinta scelta per i muri, così come il numero e la disposizione dei faretti. Questi ultimi, non a caso, possono diventare anche a livello strutturale una componente preziosissima per l’arredo delle stanze.

Vantaggi nell’installazione e utilizzo delle luci a LED

Il primo motivo per scegliere i LED, ovviamente, è la possibilità di risparmiare molta energia. Da sola però questa misura non consente di abbassare di molto i costi in bolletta, per questo è sempre il caso di abbinarla a  una delle offerte per la luce in casa più convenienti proposte dai fornitori. Così facendo e parallelamente attuando una serie di  altri piccoli accorgimenti, si otterrà il massimo del risparmio senza dover rinunciare a niente. Le lampade LED permettono, infatti, di tagliare i costi dell’elettricità del 50%, un risparmio di certo non indifferente. Un altro beneficio indiscutibile riguarda la durata delle lampadine LED, che può superare di 33 volte quella delle lampade normali, con ovvi vantaggi anche in termini di smaltimento. Non dimentichiamoci di tutta la ricchezza in quanto a colori, tonalità, qualità e persino quantità di luce: le lampadine in questione ci consentono di regolare i toni cromatici e anche la potenza del fascio luminoso, cambiando colore in base alle nostre esigenze del momento. Per quanto concerne i benefici dati all’ambiente, va detto che i LED non contengono metalli pesanti come il piombo e nemmeno gas pericolosi.


Potrebbe interessarti: Matrimonio in autunno: perché conviene