Come non far mangiare le piante al gatto

-
20/01/2021

Come non far mangiare le piante al gatto

Se vi state chiedendo come non far mangiare le piante al gatto, questa guida fa per voi. Secondo alcuni ricercatori, il gatto nel mangiare le piante, potrebbe essere o alla ricerca di fibre e vitamine, oppure, dato che alcune piante hanno proprietà emetiche e cioè provocano il vomito, potrebbe essere attratto dalla pianta perché questa lo aiuterà ad espellere i boli di pelo e liberare così il tratto digestivo.

Perché i gatti mangiano le piante

Diciamo prima di tutto che è un comportamento molto diffuso tra i felini domestici e non è un’abitudine dannosa per l’animale, a meno che la pianta non sia tossica, quanto piuttosto per noi che amiamo le piante.

Gli esperti ancora stanno cercando una risposta unanime sulle cause che spingono un carnivoro come il gatto ad addentare le piante.
Probabilmente si pensa lo faccia per un qualche beneficio di sopravvivenza e quindi per una ragione ormai divenuta genetica. Oppure per rifornirsi di fibre alimentari per i processi digestivi. A sostegno di questa teoria c’è il fatto che anche i gatti allo stato selvatico, non solo quelli domestici alimentati a crocchette, alternano alle prede uno spuntino vegetale.


Leggi anche: Come portare gatto in aereo Ryanair

La fibra può essere utile come lassativo per facilitare il passaggio dei boli di pelo attraverso l’intestino. Ma, se consumata in grandi quantità, l’erba dei gatti fa vomitare, quindi può anche servire come un emetico naturale. Il rigurgito di boli di pelo in seguito al consumo di erba arrecherebbe immediato sollievo al gatto, rafforzando pertanto questo comportamento.E’ anche possibile che i gatti mangino alcune piante perché hanno un buon sapore e questo li fa stare bene. Ad esempio, le piante come l’erba gatta o le foglie della pianta ragno, possono contenere un allucinogeno con effetti simili a quelli degli oppiacei.

Come evitare di far mangiare ai gatti le piante

Per evitare che il gatto mangi le nostre piante è utile:

  • Posizionarle in luoghi a prova di gatto;
  • Piantare l’erba gatto, in modo che il micio si avventi solo su quella;
  • Aggiungere naftalina al terreno della pianta
  • Spruzzare la pianta con uno spray repellente per i gatti, come l’essenza di limone