Passiflora Fiore della Passione, proprietà e benefici

Maria Lucia Leporatti
  • Già docente di Biologia Vegetale, Botanica Sistematica e Botanica Farmaceutica alla Università La Sapienza di Roma
  • Laureata in Scienze Naturali presso la Università La Sapienza di Roma

La Passiflora ha incredibili proprietà ed è una pianta davvero bellissima e particolare. In questo articolo vi illustreremo tutte le caratteristiche ed i benefici del Fiore della Passione.

Passiflora Fiore della Passione, proprietà e benefici

Conosciuta anche con il nome di Fiore della Passione, la Passiflora è una pianta straordinaria, bellissima ed elegante, ricca di proprietà che vengono impiegate per scopi cosmetici e medici. Il significato di Passiflora deriva da “passio” e “flos”, che si traducono come “frutto della passione”.

La Passiflora o Fiore della Passione

Fiore della passione proprietà
Passiflora caerulea

La Passiflora o Fiore della Passione, originaria della fascia tropicale e subtropicale, presenta numerosissime specie con una straordinaria variabilità di forme e colori (circa 300, senza contare gli ibridi che i floricoltori ne hanno saputo ottenere).

Per la particolare conformazione del fiore ha colpito la fantasia e suscitato l’interesse fin dal XIV secolo, quando arrivò in Europa dall’America tropicale al seguito dei missionari, che portarono a conoscenza questa come altre novità del Nuovo Mondo. Amatissima dalla moglie di Napoleone Bonaparte, la Passiflora, per la bellezza e abbondanza dei suoi fiori e per la sua rusticità dà grandi soddisfazioni a chi voglia cimentarsi con la sua coltivazione.

Fiore della Passione, proprietà e coltivazione

È una rampicante molto vigorosa che ricopre a gran velocita muri, spallette e cancellate con le sue foglie sempreverdi, e quando la fioritura è terminata, i frutti aranciati sono una elegante macchia di colore. Molte specie si riproducono facilmente nei nostri climi anche su balconi e terrazzi e in giardino hanno uno sviluppo così rigoglioso da divenire invasive. Nella struttura fiorale alcuni religiosi credettero di ravvisare gli strumenti usati per la crocifissione e passione di Cristo. La corolla infatti presenta una struttura caratteristica detta corona costituta da una serie di filamenti variamente colorati lisci o arricciati, in altre specie penduli, al centro una sorte di colonnina sorregge gli organi riproduttori: stami e pistilli.


Leggi anche: Le 5 piante natalizie più belle

Fiore della passione da coltivare

Proprio in questi elementi si volle ravvisare una somiglianza con la passione: i filamenti con la corona di spine, gli stami con i martelli e i pistilli con i chiodi. Con il passare del tempo la fantasia popolare volle aggiungere altre somiglianze come i viticci con cui la pianta si arrampica sembrarono le fruste.

Fiore della passione particolare
Passiflora ligularis

Ma al di là di queste simbologie, la Passiflora è una pianta interessante per diverse altre peculiarità. Sulla corolla è presente il nèttare, in appositi nettàri che servono ad attirare gli insetti impollinatori, mentre sulle foglie, il nèttare è di diversa composizione e ha il compito di attirare alcune specie di formiche particolarmente ghiotte e battagliere che tengono lontane vespe ed altri insetti nocivi per la pianta.

Fiore della Passione viola
Passiflora incarnata

Anche le foglie, di forme diversa a seconda delle specie, presentano particolari accorgimenti di difesa; in alcune specie somigliano a foglie di altre piante sgradite o addirittura velenose per le farfalle. In altre specie ancora, le foglie presentano delle piccole verruche simili alle uova di una farfalla che abitualmente proprio sulle foglie di Passiflora le deposita. Queste “finte uova” ingannano la farfalla che “vedendo il posto occupato” le deposita altrove.

Passiflora, benefici

Fiore della Passione rosso
Passiflora vitifolia

Da sempre gli indigeni dell’America Meridionale usano le parti aeree di questa pianta per le proprietà lenitive e antinfiammatorie. Studi fitochimici hanno convalidato queste proprietà ed hanno evidenziato un effetto sedativo. Essendo priva di tossicità trova impiego in medicina negli stati di ansia, insonnia e problemi gastrointestinali, ma non solo; si rivela un valido alleato per combattere i disturbi della menopausa. Si assume per via orale, in gocce o pastiglie, oppure sotto forma di crema da applicare sulla pelle. Esistono anche tisane calmanti e rilassanti proprio a base di Passiflora. In fitocosmesi l’olio ottenuto dai semi del Fiore della Passione si è rivelato utile per la pelle.

La Maracuja, frutto della Passiflora

Passiflora frutti
Maracuja

Il frutto, detto Maracuja o Granadilla gialla, è di colore aranciato o rosso scuro con una buccia spessa e coriacea con all’interno una polpa gelatinosa in cui sono immersi i numerosi semi. Appartiene alla categoria dei Frutti della Passione, ed ha una polpa succosa dal gusto delicato, lievemente aspro. Sono particolarmente apprezzati i frutti della Passiflora edùlis, che si mangiano freschi, ma se ne possono fare anche marmellate, gelati e granite, ottimo per preparare macedonie e frullati.

Passiflora frutti dolci
Passiflora edùlis

Esiste in Italia una Associazione “Amici della Passiflora” che ha per scopo quello di diffondere la conoscenza e l’uso di questa pianta.