Dove vedere le balene in Italia

-
30/03/2015

Dove vedere le balene in Italia

Non c’è niente di più bello ed emozionante che vedere gli animali nel loro ambiente naturale, scopriamo insieme dove vedere le balene in Italia. Vedere le balene o whale watching è un tipo di attività turistica molto apprezzata, che permette di vedere da vicino questi enormi ed innocui cetacei.

Durante il whale watching capita spesso di vedere il caratteristico soffio verticale a forma di cono rovesciato che può raggiungere anche sei metri, ma anche di scorgere contemporaneamente due o tre di questi magnifici e maestosi animali.

Per vedere le balene non occorre andare molto lontano, perché fortunatamente anche in Italia è possibile fare attività di whale watching. I mari italiani sono infatti popolati da delfini e balene, a poche miglia dalle nostre coste vivono regolarmente Tursiopi, Stenelle, Capodogli e Balenottere. I Cetacei non sono animali aggressivi né pericolosi, cercano piuttosto la compagnia dell’uomo ed amano partecipare alle sue attività. Delfini e balene da sempre esercitano sull’uomo un certo fascino sia per l’ambiente in cui vivono sia perché dispongono di un linguaggio, di capacità relazionali, di un’intelligenza e una memoria sofisticate e ancora tutte da scoprire.

Dove vedere le balene in Italia: Il Santuario dei Cetacei

Santuario dei Cetacei

Dopo una lunga attività iniziata nel 1978 con il Progetto Cetacei per il monitoraggio dei cetacei, il 25 Novembre del 1999 viene firmato a Roma l’accordo definitivo per l’Istituzione del Santuario dei Cetacei. L’area di circa 100.000 Km2 comprende le acque tra Tolone – costa francese, Capo Falcone – Sardegna occidentale, Capo Ferro – Sardegna orientale e Fosso Chiarone – Toscana. Il tratto di mare del Santuario è una porzione del Mediterraneo estremamente ricca di vita pelagica e la più importante di tutto il bacino per quel che riguarda le popolazioni di cetacei che ospita.

In questa zona vive la Balenottera comune. Nel corso degli anni infatti le varie fotografie hanno permesso di catalogare più di 350 balenottere comuni, alcune delle quali sono poi state avvistate nuovamente e riconosciute negli anni successivi. Questo è l’unico Misticete regolarmente presente in Mediterraneo e la sua popolazione è stimata in oltre 3.000 esemplari.


Leggi anche: Dove vedere le balene a dicembre

Il Santuario  organizza regolarmente escursioni per l’avvistamento dei cetacei nel loro ambiente naturale, avvicinandoli per osservarli senza recare loro alcun tipo di disturbo. A bordo della nave è sempre presente un biologo marino per commentare gli avvistamenti e raccogliere i dati relativi. Da Maggio ad Ottobre è il periodo migliore per organizzare un’escursione di whale watching, con la possibilità di avvistare non solo balenotteri comuni, ma anche capodogli, delfini, zifi e tursiopi.

Dal 2008, nell’ambito del progetto Delfini Metropolitani, Wwf  e Acquario di Genova organizzano per turisti e scolaresche CrocierAcquario: cinque ore in alto mare su un battello, alla ricerca delle 8 specie di cetacei che popolano il Santuario internazionale del Mar Ligure.

Dove vedere le balene in Italia: Pelagie

balene pelagie

Lampedusa e Linosa sono un osservatorio privilegiato. Negli ultimi anni  non lontano da Punta Grecale a Lampedusa, sono state avvistate una trentina di balene della specie Balaenoptera physalus, fra le più grandi al mondo, i suoi esemplari possono raggiungere i 26 metri di lunghezza. Secondo i biologi marini sembra che il tratto di mare del Canale di Sicilia sia particolarmente amato dai giganti del mare per  quel che riguarda la crescita dei piccoli. Il loro specchio d’acqua è ormai dimora fissa anche di ben tre specie di mammiferi: delfino comune, tursiope e stenella. Sull’isola si possono visitare altri animali marini come le simpatiche tartarughe caretta caretta. Per contribuire alla loro tutela e cercare di armonizzare il non sempre facile rapporto con i pescatori, diverse associazioni ambientaliste, in prima linea Marevivo e Centro turistico studentesco, portano avanti iniziative volte a informare e sensibilizzare residenti e turisti.


Potrebbe interessarti: Dove vedere le balene in agosto


Leggi anche: Dove vedere le balene in Canada


Dove vedere le balene in Italia: La Maddalena

balene la maddalena

Le Bocche di Bonifacio dell’arcipelago sardo sono tra le più popolate, perché ricche di nutrimento come fitoplancton e zooplancton, specie nel periodo tra Febbraio e Aprile. Durante questa stagione non è raro imbattersi in balenottere comuni, squali elefanti e immensi branchi di tursiopi. A Caprera, per iniziativa della sezione ambiente del Cts e in collaborazione con il Parco nazionale arcipelago La Maddalena, i turisti possono scoprire il mondo delle balene partecipando a incontri tematici coi ricercatori dello staff e ad escursioni giornaliere.

Dove vedere le balene in Italia: Eolie

balene eolie

Per chi non vuole perdersi il brivido di vedere sbuffare il più grande gigante del mare, la meta obbligata sono le isole dell’arcipelago siciliano. E’ ormai certo che interi branchi di capodogli scelgano i fondali ripidi e le profondità elevate delle Eolie per accoppiarsi. Tra le specie più presenti la stenella, lo zifio e il tursiope. Non è difficile nemmeno imbattersi nella balenottera, nel delfino comune e nel grampo. Anche qui è possibile partecipare a crociere settimanali o a escursioni di un week end in barca a vela, accompagnati dallo staff dell’Aeolian Dolphin Research (Adr) o dell’associazione Delphis. Gli avvistamenti sono momenti unici, sempre diversi l’uno dall’altro e generano una grandissima emozione. L’importante è condurre l’esperienza nel modo più corretto possibile: bisogna tenere le distanze e interagire il meno possibile con gli animali, a meno che non siano loro ad avvicinarsi all’imbarcazione.

Dove vedere le balene in Italia: Ischia

balena ischia

Anche nelle acque di Ischia c’è un vero e proprio condominio di cetacei: il canyon sottomarino di Cuma, da tempo oggetto di studio dell’associazione Delphis. A Lacco Ameno, nella villa Arbusto, i ricercatori dell’associazione hanno fondato il museo del Delfino con una postazione per l’avvistamento dei cetacei in mare e partenze giornaliere di whale watching.


Leggi anche: Dove vedere le balene ad Agosto


Dove vedere le balene in Italia: Whale Whatching

whale watching

Il whale watching è una pratica ormai ampiamente diffusa anche in Italia e presa in prestito dall’America da una decina di anni, che consente di coniugare divertimento e divulgazione scientifica. A volte i partecipanti vengono coinvolti nelle attività di identificazione e schedatura dei mammiferi ed il costo dell’escursione serve per finanziare gli studi. Purtroppo in Italia non esiste ancora una legge che regolamenta l’attività di whale watching e questo genera abusi e incrementa il rischio di incidenti.