Cosa non fare con i figli (ma che invece facciamo!)

-
16/01/2017

Cosa non fare con i figli (ma che invece facciamo!)

Essere figli è difficile, ma essere madri o padri non è affatto facile. Nonostante insegniamo quotidianamente ai nostri figli cosa è giusto fare o non fare, noi continuiamo imperterriti a fare delle cose che non dovremmo fare ma che invece facciamo: Cosa non fare con i figli (ma che invece facciamo!)

Urlare

Letture su letture pedagogiche sul fatto che non bisogna urlare ai bambini perché l’urlo li spaventa e non farà capire loro che quella cosa non devono farlae poi alla prima occasione … arriva lui, l’urlo alla Tarzan selvaggio e stappa orecchie, sentito chiaro e forte anche dai vicini.

Coprire il bambino con la febbre alta

Lo sappiamo già, il pediatra ce lo dice tutte le volte ma, è più forte di noi, non appena il bambino ha la febbre oltre a mettere calzini, canottiera infilata dentro le mutande e pile su pile, lo mettiamo sotto al piumone e sopra per sicurezza mettiamo anche una copertina di lana. Non si sa mai!

Sgridare il bambino in pubblico

E quando hai appena detto alla tua amica del cuore che ha fatto male a sgridare il bambino in pubblico perché ci rimane male e non impara, ecco che tuo figlio dopo svariate volte che l’hai ripreso e gli hai chiesto di stare fermo, fa cadere tutte le caramelle perfettamente impilate davanti alla cassa del supermercato, ed immediatamente ti penti del consiglio dato alla tua migliore amica e lo sgridi beatamente davanti a tutti.

Fargli mangiare le schifezze prima di pranzo o cena
“Niente patatine o succhi di frutta prima di pranzo o cena” e poi ti ritrovi una sera dopo continue ed insistenti richieste di tuo figlio a mangiare un pacchetto prima di cena che cedi, con la promessa che può mangiarle a patto che poi finirà tutta la cena e lui con occhi diabolici ti risponderà “Certo mamma!” ed in quel momento già sai che puoi tranquillamente fare a meno di preparare il pasto, tanto non lo finirà mai.
Metterlo a letto vestito se si addormenta
“No io non lo metto mai a letto vestito, gli faccio sempre indossare il pigiamino, gli faccio fare la pipì e lavare denti, manine e piedini” e poi arriva la sera in cui, dopo una giornata faticosa e lunga, molto lunga, tuo figlio si addormenta stranamente sul divano,completamente vestito, alle 20.00. Basta un’occhiata complice con tuo marito per rendersi conto di avere tutta la serata a disposizione, cena tranquilla, televisione tutta per voi ed il pensiero di spogliare tuo figlio e rischiare di svegliarlo, scorre via veloce come non mai.


Leggi anche: Come educare i figli con il Metodo Montesori

Uso del tablet e della TV
“Quando sarò madre mio figlio potrà utilizzare il tablet solo 10 minuti al giorno e vedere la TV solo la domenica mattina”. Mamme care non ditelo per niente. Alla prima occasione buona accenderete subito la TV a vostro figlio per farlo star buono mentre preparate la cena, sistemate casa, stendete i panni, chiamate un’amica etc. etc. Al ristorante vi accorgerete che non solo vostro figlio, ma anche tutti gli altri bambini stanno incollati davanti al tablet, così loro stanno tranquilli ed i genitori possono mangiare una pizza in santa pace.
Cari mamme e papà facciamocene una ragione, prima di giudicare o fare promesse, pensiamo anche alla nostra tranquillità ed alle nostre manie, anche noi siamo umani ed anche noi sbagliamo. La nostra non è cattiva educazione impartita, ma semplicemente sopravvivenza!!