Mononucleosi nei bambini: 3 cause, 8 sintomi e 3 trattamenti

-
18/04/2017

Mononucleosi nei bambini: 3 cause, 8 sintomi e 3 trattamenti

Il tuo bambino suda eccessivamente? Il suo stomaco appare gonfio? Se la risposta è sì, continua a leggere questo articolo. Il tuo angioletto, infatti, potrebbe soffrire di mononucleosi. I bambini possono prendere la mononucleosi? Cos’è la mononucleosi? Come capire se il tuo bambino l’ha contratta? Come trattarla in maniera efficace? In questo articolo troverai le risposte.

Cos’è la mononucleosi?

La mononucleosi infettiva, detta anche mononucleosi o malattia del bacio, è una malattia contagiosa che colpisce i bambini. Il più delle volte, la mononucleosi si diffonde attraverso la saliva di un familiare infetto o di una persona che è stata a contatto coi bambini. Se il tuo bambino soffre di mononucleosi, consulta il tuo medico il prima possibile affinché ti prescriva il trattamento adeguato per un recupero veloce.

Cause della mononucleosi nei bambini

La mononucleosi si presenta principalmente a causa del virus di Epstein-Barr (EBV). Tuttavia, ci sono diversi altri virus che possono causare l’insorgere della mononucleosi nei bambini. Alcune delle altre cause della mononucleosi infettiva nei bambini sono:

1. La saliva dei soggetti con infezione da mononucleosi.
2. La condivisione di recipienti, cibo, bevande, bicchieri e altre cose.
3. L’esposizione a tosse o starnuti di una persona con infezione da EBV.

Sintomi della mononucleosi nei bambini

I sintomi della mononucleosi infettiva sono visibili alcune settimane dopo che il bambino contrae l’infezione da EBV. Questi sintomi nei bambini possono svilupparsi gradualmente e non tutti allo stesso momento.

1. Eccessiva stanchezza o debolezza
2. Eccessiva sudorazione
3. Temperatura alta
4. Presenza di eruzioni cutanee
5. Gonfiore nei linfonodi delle ascelle e del collo
6. Gonfiore della milza, del fegato o di entrambi
7. Gola infiammata
8. Dolori muscolari e mal di testa.


Leggi anche: Galattosemia nei bambini: cause, sintomi e trattamenti

La maggior parte dei bambini ha una ripresa che va dalle due alle quattro settimane. L’affaticamento, tuttavia, potrebbe durare più di qualche settimana.

Diagnosi della mononucleosi nei bambini

I medici possono diagnosticare la mononucleosi nei bambini semplicemente osservandone i sintomi. Tuttavia, ci sono alcuni test di laboratorio e degli anticorpi che aiutano a confermare la presenza dell’infezione da EBV. Le analisi del sangue dei bambini affetti da mononucleosi mostrano:

– Globuli bianchi superiori alla norma
– Piastrine e neutrofili inferiori alla norma
– Globuli bianchi anormali
– Funzionamento anomalo del fegato

Trattamento della mononucleosi nei bambini

Anche se non c’è una cura specifica per la mononucleosi infettiva nei bambini, è possibile seguire alcune misure per mitigarne i sintomi e fare in modo che il bambino si senta meglio. Ad esempio:

1. Far riposare molto il bambino

Lascia che il tuo bambino riposi per ridurre al minimo la debolezza e il gonfiore causati dalla mononucleosi. Se il bambino riposa abbastanza, eviterai l’aggravarsi dei sintomi. Impedisci al piccolo di muoversi troppo. Scoraggia quelle attività che richiederebbero troppe energie da parte sua.

2. Fai in modo che il bambino assuma più liquidi

Assicurati che il tuo bambino assuma molta acqua e liquidi nutrienti. Un’adeguata assunzione di liquidi impedisce il rischio di disidratazione del bambino. Offri al tuo bambino succhi di frutta fresca e acqua a intervalli regolari.

3. Consulta un medio per i farmaci

Consultare un medico ti aiuterà a trattare in maniera efficace la febbre e il dolore causati dalla mononucleosi. Non dare al tuo bambino farmaci non prescritti dal medico.


Potrebbe interessarti: Scabbia nei bambini: 2 cause, 6 sintomi e 3 trattamenti

Prevenire la mononucleosi nei bambini

Non ci sono vaccini per prevenire la mononucleosi nei bambini. Tuttavia, seguire alcuni consigli può aiutare a prevenire l’infezione da EBV nei bambini. Ad esempio:

– Impedisci che il tuo bambino entri in contatto con individui affetti da EBV.
– Lava tutti i vestiti, gli utensili, le spugne e le altre cose che vengono a diretto contatto con il tuo bambino.
– Evita di condividere gli utensili, i bicchieri, i vestiti, le lenzuola, etc degli altri con il tuo bambino.
– Assicurati che il bambino sia sempre idratato.

Il tuo angioletto ha mai sofferto di mononucleosi infettiva? Cos’hai fatto per curarla? Condividi i tuoi consigli e la tua esperienza.