Pasta alla carbonara: ricetta originale cremosa

-
31/12/2021
Pasta alla carbonara: ricetta originale cremosa

Sommario Ricetta

La ricetta della pasta alla carbonara, un grande classico della cucina romana. Un primo piatto a base di uova, pecorino e guanciale.

Preparazione:
10 minuti
Cottura:
10 minuti
Porzioni:
4 persone

Ingredienti Ricetta

  • Pasta corta o lunga 350 g
  • Guanciale 150 g
  • Uova 5
  • Pecorino Romano 75 g
  • Sale q.b.
  • Pepe Nero q.b.

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 g
  • Calorie 215
  • Grassi 4,5 g
  • Grassi saturi 1,7 g
  • Carboidrati 21,3 g
  • Zuccheri 1,8 g
  • Fibre 1,76 g
  • Proteine 4,98 g
  • Colesterolo 14 mg

Pasta alla carbonara: ricetta originale cremosa

Vi presentiamo un altro piatto tipico della tradizione romana, la ricetta della pasta alla carbonara. Un primo piatto molto famoso e apprezzato da tutti, con un origine misteriosa. Non si è mai riusciti infatti a risalire a chi abbia effettivamente inventato questo piatto, che si ritiene però essere anch’esso un’evoluzione della famosa pasta alla Gricia, a cui è stato semplicemente aggiunto l’uovo. Come per l’Amatriciana e la Gricia, anche per questa ricetta esistono numerose versioni. Noi abbiamo scelto quella più classica. La parte più importante di questa ricetta è come viene preparato l’uovo per evitare che si condensi e diventi una frittatina a pezzetti nel piatto. Per evitarlo chi consigliamo di seguire i nostri semplici e chiari passaggi. Vedrete che in questo modo la carbonara vi verrà sempre cremosa e saporita. Come sempre, per questi piatti con pochi e semplici ingredienti, dovete scegliere delle materie prime eccellenti, come pasta, pecorino romano e guanciale. Sono gli ingredienti elencati che possono infatti determinare in modo enorme il risultato del piatto. Per non parlare poi delle uova, che per ovvie ragioni devono essere controllate e freschissime. Vediamo insieme tutti i passaggi per realizzare un piatto di carbonara eccezionale.

Spaghetti alla carbonara

Pasta alla carbonara, come si prepara

Ecco tutti i passaggi da seguire per realizzare una pasta alla carbonara eccellente:

  1. Partite dalla crema di uovo
  2. Mettete in una ciotola capiente un uovo intero e 4 tuorli
  3. Aggiungete una piccola parte di pecorino, un pizzico di sale e pepe (se volete anche una parte di parmigiano reggiano)
  4. Amalgamate tutti gli ingredienti con una frusta e metteteli da parte
  5. In una pentola antiaderente mettete il guanciale tagliato in listarelle molto sottili
  6. Fate tostare il guanciale in padella, a fiamma media, senza aggiungere altri tipi di grassi
  7. Il guanciale è pronto quando risulta completamente dorato e croccante
  8. Una volta pronto, toglietelo dal fuoco e levatelo dal suo grasso
  9. Tenete da parte il grasso del guanciale, perché circa metà vi servirà per condire la pasta
  10. Una volta freddata la pentola, rimetteteci il guanciale, e sarà la pentola dove mischierete la pasta a fine cottura, lontano dal fuoco
  11. Fate bollire il vostro formato preferito di pasta in abbondante acqua salata
  12. Una volta che la pasta sarà pronta, scolatela e mettetela nella padella con il guanciale
  13. Aggiungete nella padella l’uovo sbattuto e una piccola parte del grasso del guanciale
  14. Girate ripetutamente la pasta per permettere all’amido di rendere il piatto cremoso
  15. Se la pasta risulta troppo densa, aggiungete un piccolo mestolo di acqua di cottura e continuate a girare
  16. Servite la pasta ancora calda, con un abbondante spolverata di pecorino romano grattugiato fresco.

Guanciale a listarelle

Consigli per cucinare la carbonara

Quello che vi abbiamo presentato è il metodo più classico e semplice per preparare la pasta alla carbonara. Esistono però anche tanti procedimenti differenti per realizzarla.

Per prima cosa è importante ricordare che, sebbene la ricetta originale preveda l’utilizzo solo di pecorino romano, molti tendono ad utilizzare anche una parte di parmigiano reggiano, che permette di ridurre un po’ la sapidità del piatto.

Non avete il guanciale in casa, ma avete voglia comunque di carbonara? Non fate i puristi e provatela con la pancetta dolce o affumicata. Non sarà la classica ricetta, ma sarà comunque buonissima.

Per quanto riguarda il formato di pasta da scegliere, vi consigliamo di seguire le vostre preferenze, optando per la pasta corta o la pasta lunga.

Come cucinare lo zabaione salato per la carbonara

Tra i vari metodi di preparazione della carbonara, ultimamente brilla quello che utilizza la scienza per creare un vero e proprio zabaione salato. In pratica potete unire tutti gli ingredienti per la preparazione dell’uovo e farli cuocere a bagnomaria a una temperatura che permetta di renderlo cremoso, ma non cotto. Lo si realizza mantenendo la cottura dell’uovo stabile a 62,5 gradi e togliendo il contenitore in cui sta a bagnomaria dalla pentola ogni volta che viene superata questa temperatura, continuando a mescolare con una frusta. Una volta fatto avanti e dietro dal fuoco per circa una decina di volte, il contenitore dell’uovo va appoggiato in una ciotola con acqua e ghiaccio per abbattere la temperatura e mantenere così lo stato cremoso raggiunto. Potrete poi condire con questo zabaione salato la pasta a fine cottura, come visto nella ricetta.

Per i cultori della cucina, esiste un metodo che è ancora più evoluto di questo, che consiste nell’utilizzo del metodo di cottura in Sous Vide per la preparazione dello zabaione salato. Questo metodo prevede il mettere l’uovo e gli altri ingredienti in una busta in plastica sottovuoto adatta per cotture e cotta a bagno in acqua calda a 62,5 gradi per un’ora. Questo può essere fatto grazie all’utilizzo di un roner, un macchinario infilato in un recipiente con dell’acqua, che la scalda a una temperatura selezionata e la fa circolare. Il risultato sarà un uovo estremamente cremoso e la carbonara così ottenuta è davvero imperdibile.

Entrambi i metodi mostrati sono indicati per riuscire a rendere il gusto dell’uovo più cremoso e meno viscido, facendolo diventare ancora più gradevole nel piatto.

Carbonara e pecorino

Come si conserva la pasta alla carbonara

La pasta alla carbonara è un piatto che vi consigliamo di consumare nel momento in cui lo preparate. Potete comunque conservarlo in frigo e consumarlo massimo un giorno dopo.


Caterina Braccini
  • Esperta in moda, beauty, viaggi e cucina
  • Laureata in Scienze della Comunicazione Digitale e d'Impresa
Suggerisci una modifica