Pasta alla genovese: ricetta tipica napoletana

Caterina Braccini
  • Esperta in moda, beauty, viaggi e cucina
Pasta alla genovese: ricetta tipica napoletana

Sommario Ricetta

La ricetta tipica napoletana della pasta con la genovese, anche nota come genovesa. Il condimento di questo primo piatto è la tipica carne di manzo alla genovese, stufata lentamente con tante cipolle e carote.

Preparazione:
20 minuti
Cottura:
2 ore 40 minuti
Porzioni:
6 persone

Ingredienti Ricetta

  • Pasta corta o lunga 480 g
  • Girello di manzo 800 g
  • Cipolle 1400 g
  • Sedano 1
  • Carote 70 g
  • Olio Extravergine di Oliva q.b.
  • Alloro 2 foglie
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Vino bianco q.b.

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 g
  • Calorie 542
  • Grassi 3,8 g
  • Grassi saturi 1,59 g
  • Carboidrati 25,4 g
  • Zuccheri 1,87 g
  • Fibre 1,42 g
  • Proteine 7,26 g

Pasta alla genovese: ricetta tipica napoletana

Ecco uno dei piatti napoletani più famosi e amati da tutti: la pasta con la genovese. Questa ricetta consiste in un piatto di pasta condito con il sughetto risultante dalla cottura della genovese, un pezzo di carne con cottura lunghissima, in cui è presente un grande quantitativo di cipolla e qualche carota. In genere la carne, che viene cotta per ben 3 ore, viene consumata a parte, come secondo, mentre il sugo risultante messo nella pasta. Per i più golosi però il consiglio è quello di mettere una parte della carne finemente sminuzzata direttamente nel piatto. Questo piatto richiede sicuramente tanto tempo per essere preparato, ma fornisce grande soddisfazione a chi lo assaggia, per il suo gusto unico. Come tutte le più buone ricette partenopee, ogni famiglia ha la sua versione, ma noi abbiamo scelto di proporvi quella più classica. Scopriamo insieme come si cucina la genovese.

Come preparare la genovesa

Come si prepara la pasta con la genovese

Per poter preparare la pasta con la carne alla genovese, seguite questi semplici passaggi:

  1. Dedicatevi prima di tutto alla cottura della carne
  2. Iniziate dalle cipolle, tagliandole a fettine sottilissime
  3. Poi tritate finemente la cipolla
  4. Infine sminuzzate anche il sedano
  5. Prendete la carne e tagliatela in pezzi di grandi dimensioni o lasciatela in un unico pezzo (se non troppo grande)
  6. In una pentola abbastanza grande mettete tanto olio, le cipolle, la carota, il sedano e fate soffriggere per qualche minuto
  7. Mettete poi la carne e le foglie di alloro
  8. A fiamma vivace, fate rosolare la carne e salate il tutto
  9. Abbassate poi la fiamma al minimo e mettete il coperchio
  10. La genovese dovrà cuocere così per circa 3 ore
  11. Controllate e girate la carne ogni tanto per assicurarvi che non si attacchi
  12. Trascorso il tempo di cottura, sfumate con il vino, alzando la fiamma
  13. Una volta evaporata la parte alcolica del vino, spegnete e aggiustate di sale se necessario
  14. Mettete a riposare la carne e dedicatevi alla pasta
  15. Calate la pasta in abbondante acqua salata
  16. Scolate la pasta al dente e ripassatela nel sugo della genovese
  17. Aggiungete a piacimento parmigiano e pepe al momento di impiattarla
  18. Se volete, potete aggiungere un pezzo della carne, finemente tritato nel sugo quando girate la pasta
  19. Servite la pasta alla genovese ancora calda.

Consigli per la preparazione della pasta con sugo di genovese

La genovese è un piatto davvero dal sapore unico, ma che richiede tempo per essere preparata. Quindi il nostro primo consiglio è quello di prendervi tutto il tempo necessario per poter cucinare lentamente la carne. Infatti è l’unico modo per poter trarre il meglio dalla carne e dalle cipolle. Solo così vi verrà un sugo di accompagnamento per la pasta perfetto.

Non vi abbiamo dato indicazione del tipo di pasta da scegliere, perché ognuno ha le sue preferenze sul formato. Un grande classico sicuramente sono gli ziti, ma ci stanno benissimo anche le mezze maniche, gli schiaffoni, i rigatoni e le fettuccine.

Alcuni prevedono l’aggiunta per la cottura di altri grassi, come burro o strutto, per rendere il sughetto più corposo e saporito.

Altre versioni ancora prevedono l’aggiunta di un po’ di concentrato di pomodoro in poca acqua, per rendere più rosato il condimento e aggiungere una nota di acidità.

Come taglio di carne noi abbiamo scelto il girello, ma potete scegliere qualsiasi taglio del manzo, purché abbastanza magro.

Come si conserva la genovese

La carne alla genovese può essere conservata in frigorifero per 2 giorni. Potete quindi prepararla in anticipo, per poi prepararci la pasta in un secondo momento. Si tratta infatti di uno di quei piatti che vengono preparati in anticipo rispetto alle feste importanti e poi solo all’ultimo ci viene girata la pasta dentro.