Pizzelle fritte napoletane o montanare

Caterina Braccini
  • Esperta in moda, beauty, viaggi e cucina
Pizzelle fritte napoletane o montanare

Sommario Ricetta

La ricetta delle pizzelle fritte anche conosciute come pizzette fritte o montanare. Paste cresciute fritte con sopra il pomodoro. Una specialità napoletana davvero gustosa. Scopri come si preparano.

Preparazione:
20 minuti
Cottura:
3 minuti
Porzioni:
6 persone

Ingredienti Ricetta

  • Farina 0 600 g
  • Lievito di birra fresco 6 g
  • Sale 12 g
  • Acqua 0,36 l
  • Olio Extravergine di Oliva 3 cucchiai
  • Pelati 350 g
  • Parmigiano Reggiano 70 g
  • Basilico 8 foglie
  • Aglio 1

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 310
  • Grassi 17,5 g
  • Grassi saturi 4,2 g
  • Carboidrati 23,89 g
  • Zuccheri 2,05 g
  • Proteine 4,86 g

Pizzelle fritte napoletane o montanare

Vi presentiamo un grande classico di tutte le friggitorie e pizzerie napoletane: la ricetta delle pizzelle fritte. Questa ricetta spesso viene anche chiamata pizzette fritte o montanare. Si tratta di un piatto ricavato dalla pasta della pizza, che viene stesa in piccoli dischetti, tuffati poi nell’olio bollente, successivamente poi decorate con salsa di pomodoro, parmigiano e una fogliolina di basilico fresco. Una ricetta povera, semplice, ma dal gusto davvero eccezionale. La pasta della pizza fritta è un’idea eccezionale, perché il risultato è davvero goloso e può essere poi personalizzato in tantissimi modi. La parte importante della ricetta è chiaramente l’impasto, che va fatto adeguatamente riposare, per rendere le montanare belle gonfie e fragranti, ma soprattutto digeribili! Se seguirete tutte le nostre indicazioni, otterrete delle pizzette fritte al pomodoro davvero sensazionali. Scopriamo tutti i passaggi da seguire per preparare le pizzelle.

Come preparare le pizzelle o montanare

Come si cucinano le pizzelle fritte o montanare

Per preparare e friggere le pizzette, seguite attentamente questi passaggi:

  1. Partite dalla preparazione della pasta per la pizza
  2. In una ciotola di vetro mettete l’acqua tiepida e il lievito finemente sbriciolato
  3. Dopo qualche minuto, mescolate per farlo sciogliere nell’acqua
  4. Aggiungete poi la farina e mescolate con un cucchiaio di legno
  5. Poi mettete l’olio e continuate a impastare
  6. Dopo qualche minuto, per ultimo, mettete il sale
  7. Terminate di impastare quando l’impasto sarà liscio e bello elastico, come quello per la pizza
  8. Coprite con la pellicola il contenitore e lasciate lievitare a temperatura ambiente fino a che l’impasto non è raddoppiato
  9. Spostate poi l’impasto in forno con luce accesa per almeno 3 ore per proseguire la lievitazione
  10. Dopo questa fase, potete iniziare a preparare le pizzelle o pizzette
  11. Prendete dei piccoli pezzi, circa la metà di un pugno e stendeteli in piccoli dischetti abbastanza sottili
  12. Disponete tutte le pizzette stese in una teglia coperta con carta da forno e copritele con un panno umido
  13. Fate lievitare per la terza e ultima volta per almeno 40 minuti
  14. Per il sugo, potete fare un classico soffritto di aglio e olio, aggiungendo poi il pomodoro e il sale
  15. Fate concentrare molto il sugo in cottura, in modo che poi stia bene sopra le montanare
  16. Passate poi alla frittura delle pizzelle
  17. Utilizzate l’olio di semi di girasole, portatelo a temperatura di frittura in una pentola capiente dai bordi alti
  18. Mettete un po’ per volta le pizzette a friggere, per evitare che la temperatura dell’olio scenda troppo
  19. A metà cottura girate le pizzelle e lasciatele dorare anche dall’altro lato
  20. Una volta cotte, scolatele e lasciate asciugare l’olio in eccesso su della carta da cucina
  21. Condite poi le montanare con il classico condimento, aggiungendo prima il pomodoro, il parmigiano, una foglia di basilico e un pizzico di sale
  22. Servitele ancora bollenti.

 

Consigli per le pizzette fritte napoletane

Come anticipato, la parte più importante della ricetta è l’impasto e lievitazione, perché influisce sul risultato della ricetta e sulla sua digeribilità.

Se non siete amanti del sugo di pomodoro, o volete provare una versione differente, potete sempre non condire le pizzette fritte e abbinarci dei salumi saporiti, come prosciutto crudo o mortadella.

Come si conservano le pizzelle fritte

Trattandosi di pasta della pizza fritta, purtroppo le pizzette non possono essere conservate a lungo, non tanto perché non salutari, ma perché diventano gommose e poco piacevoli dopo poco. Potete provare a riscaldarle in forno il giorno stesso, ma il risultato, vi anticipiamo già, sarà poco soddisfacente.