Risotto agli asparagi

Caterina Braccini
  • Esperta in moda, beauty, viaggi e cucina
Risotto agli asparagi

Sommario Ricetta

Ricetta del risotto agli asparagi. Scopri come si prepara questo piatto a base di riso e asparagi, un ortaggio primaverile delicato, ma dal gusto inconfondibile.

Preparazione:
10 minuti
Cottura:
18 minuti
Porzioni:
4 persone

Ingredienti Ricetta

  • Riso carnaroli 360 g
  • Asparagi 700 g
  • Scalogno 1
  • Parmigiano Reggiano 70 g
  • Burro 40 g
  • Brodo vegetale 3 l
  • Olio Extravergine di Oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Cipolla 1
  • Carota 1
  • Vino Bianco q.b.

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 g
  • Calorie 320
  • Grassi 9,35 g
  • Grassi saturi 6,45 g
  • Carboidrati 32,25 g
  • Zuccheri 4,47 g
  • Fibre 1,65 g
  • Proteine 4,35 g
  • Colesterolo 35 mg

Risotto agli asparagi

Se siete stufi di preparare sempre il solito risotto, di sicuro questa ricetta fa per voi. Il risotto con gli asparagi infatti è un piatto primaverile dal gusto sorprendente. Gli asparagi sono un ortaggio davvero speciale, che permette di cucinare un riso delicato, che piace a tutti. Per preparare questo primo abbiamo utilizzato la tecnica classica del risotto, con una cottura in 18 minuti, con aggiunta di brodo vegetale ogni volta che è necessario. Vedrete che seguendo tutti i nostri consigli otterrete un risultato eccezionale. Scopriamo come si prepara il risotto agli asparagi.

Come si prepara risotto con asparagi

Come cucinare il risotto con gli asparagi

Per preparare il risotto con gli asparagi seguite questi passaggi:

  1. Per prima cosa dedicatevi agli asparagi


    Leggi anche: Yogurt bowl con riso soffiato e cioccolato, ricetta golosa

  2. Togliete la parte più dura dell’asparago e conservate
  3. Tagliate la restante parte a rondelle piuttosto sottili
  4. Preparate il brodo mettendo in una pentola piena di acqua una cipolla, 1 carota e la parte dura degli asparagi
  5. Portate ad ebollizione l’acqua e lasciate bollire per almeno 30 minuti
  6. In un paiolo abbastanza capiente mettete l’olio e lo scalogno finemente sminuzzato
  7. Fate soffriggere a fuoco basso per un minuto
  8. Aggiungete poi il riso e fatelo tostare per un minuto
  9. Aggiungete poi le rondelle di asparagi
  10. Sfumate con un dito di vino bianco e fate evaporare l’alcol, mentre girate il riso
  11. Aggiungete poi due mestoli di brodo (mantenete sempre il brodo a temperatura di ebollizione)
  12. Da questo momento contate i 18 minuti di cottura del risotto
  13. Aggiungete di tanto in tanto un mestolo di brodo quando vedete che il riso tende ad asciugarsi troppo o attaccarsi
  14. Trascorsi i primi 9 minuti di cottura, aggiungete il sale (potrete poi aggiustarlo a fine cottura)
  15. Continuate a cuocere, aggiungendo brodo al bisogno
  16. Terminati i 18 minuti di cottura, spegnete il risotto agli asparagi
  17. Mantecate il risotto aggiungendo burro e parmigiano reggiano
  18. Lasciate riposare per un paio di minuti
  19. Servite il risotto agli asparagi ancora caldo e con una spolverata di parmigiano reggiano.


    Potrebbe interessarti: Risotto alla Milanese: ricetta originale perfetta

Come si cucina risotto asparagi

Consigli per preparare il risotto agli asparagi

Se volete rendere il risotto agli asparagi ancora più scenografico, potete tagliare le punte degli asparagi e saltarle in padella con un filo di olio. Potete poi aggiungerle in fase di impiattamento del risotto.

Gli asparagi si sposano molto bene con tanti tipi di ingredienti, che potete aggiungere nel risotto. Potreste ad esempio provare a realizzare un risotto con asparagi e speck oppure un risotto con asparagi e scampi.

Vi consigliamo come sempre a prestare attenzione a lasciare sempre il risotto piuttosto liquido prima di spegnere il fuoco e passare a mantecarlo. Questo perché una volta spenta la fiamma il riso tenderà ad asciugarsi molto.

Piatto di risotto asparagi

Come si conserva il risotto con asparagi

Potete conservare il risotto con gli asparagi in un contenitore chiuso ermeticamente in frigorifero. Così conservato, il risotto può essere consumato entro 2 giorni.

Per consumarlo nuovamente, potete scaldarlo in padella, aggiungendo un goccio d’acqua per ravvivarlo.