Grano saraceno benefici e proprietà

-
17/11/2020

Grano saraceno benefici e proprietà

Che cos’è il grano saraceno? Quali sono le sue proprietà? Come si prepara? Contiene glutine e nichel? Ecco per voi tutte le informazioni per conoscere questo straordinario alimento, i suoi benefici e come usarlo.

Grano Saraceno, cos’è

Il grano saraceno, chiamato anche grano di faggio o grano nero, contrariamente a quanto si possa pensare non è un cereale: annoverato infatti tra i cosiddetti “pseudocereali”, è una poligonacea, anche se la sua preparazione è simile a quella delle graminacee come farro e frumento. Le sue origini sono antiche: è stato coltivato inizialmente nelle zone della Cina e della Manciuria, per poi arrivare e diffondersi nel vecchio continente nel medioevo. In Italia la sua coltivazione si concentra al nord, nelle zone di Bolzano e di Sondrio. Il prezzo dei prodotti a base di grano saraceno (in grani, pasta, biscotti, farina) è più elevato di quello di altri cereali, ma comunque non eccessivo.

Proprietà del grano saraceno

Per quanto riguarda le caratteristiche nutritive, il grano saraceno è simile ai legumi e ai cereali; contiene quindi amidi, che lo rendono digeribile, ma anche una buona quota di proteine e acidi grassi. È ricco inoltre di vitamine del gruppo B e sali minerali come potassio, fosforo, selenio, ferro, manganese, calcio, zinco e rame. Da non trascurare sono le sue proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie, che lo rendono un vero superfood. Naturalmente privo di glutine, è adatto ai celiaci; inoltre il suo indice glicemico è pari a 50, come il riso integrale, aspetto che lo rende indicato per chi è a dieta dimagrante o per chi vuole tenere a bada la glicemia, come chi soffre di diabete, le donne in gravidanza e in allattamento e gli anziani.


Leggi anche: Zenzero, come si usa? Proprietà, benefici e controindicazioni

Grano saraceno valori nutrizionali

Qual è la tabella nutrizionale del grano saraceno decorticato? 100 grammi di questo alimento contengono:

  • 349 Kcal
  • 14 grammi di proteine
  • 3,5 grammi di grassi (di cui 0,7 grammi grassi saturi)
  • 63 grammi di carboidrati (di cui 0,9 grammi di zuccheri)
  • 5,3 grammi di fibre

Come possiamo osservare, è un cibo completo e ricco di nutrienti, con calorie e caratteristiche simili al grano duro, quindi valido sostituto di pasta e pane, e con proteine sufficienti per alternare carne e latticini.

Controindicazioni del grano saraceno

Il grano saraceno non ha grosse controindicazioni, ma è da evitare per chi è allergico al nichel, in quanto è uno degli pseudocereali (insieme al miglio) che ne contiene di più. Sconsigliato anche a chi segue una terapia anticoagulante, perché ha proprietà fluidificanti per il sangue, non va comunque consumato in quantità eccessive perché potrebbe scatenare allergie ed irritazioni all’intestino: attenzione anche a chi soffre di colon irritabile, perché potrebbe avere fastidi.

Grano saraceno, quali benefici

grano-saraceno-fiore

I benefici a vantaggio di chi consuma grano saraceno sono molteplici:

  1. Energizzante: le sue proprietà fortificanti e mineralizzanti lo rendono un’ottima fonte di energia (perfetto anche per l’alimentazione degli sportivi);
  2. Stimola la termogenesi: contrasta stanchezza e affaticamento, soprattutto nelle stagioni fredde;
  3. Sostitutivo: avendo valori nutrizionali simili ai legumi e ai cereali, è un valido sostituto del classico grano duro, ma anche alla carne e formaggio (ottimo quindi per apportare varietà alla dieta);
  4. Senza glutine: essendone naturalmente privo, è perfetto per chi è celiaco o sensibile al glutine;
  5. Ha un basso indice glicemico: come per il riso integrale, il suo indice glicemico è pari a 50, consigliato quindi per diabetici e donne in gravidanza;
  6. Riduce il colesterolo: grazie alla presenza di fitosteroli mantiene il colesterolo basso e contrasta le malattie cardiovascolari;
  7. Saziante e acceleratore del metabolismo: ad alto contenuto di fibre, il grano saraceno riduce la fame e l’assimilazione degli zuccheri, aiutando chi vuole dimagrire o controllare il peso;
  8. Depurativo e drenante:  contrasta cellulite e ritenzione idrica;
  9. Anticoagulante: fluidifica il sangue e migliora la circolazione ed è utile per il controllo della pressione;
  10. Antinfiammatorio e antiossidante: contrasta bruciori di stomaco, stipsi, diarrea e gonfiore, aiutando la regolarità intestinale;
  11. Stimola la produzione di latte: consigliato per le mamme nel periodo di allattamento;
  12. Ricco di amminoacidi essenziali: fondamentali per la crescita e lo sviluppo del corpo, da includere nell’alimentazione dei bambini.
  13. Previene le varici: grazie alla presenza di rutina, contrasta le vene varicose.


Potrebbe interessarti: Zucca, proprietà e benefici

Può essere consumato una o due volte a settimana, in forme diverse e con tante ricette. Vediamo come prepararlo.

Grano saraceno, come usarloricette-grano-saraceno-verdure

Il grano saraceno si trova in tutti supermercati e nei negozi di alimenti biologici sotto forma di grani decorticati, di pasta e di farina; si può trovare anche grano saraceno soffiato oppure biscotti, gallette e snack salati a base di questo pseudocereale. Vediamo insieme quali sono gli usi in cucina del grano saraceno:

  • Il grano saraceno decorticato in chicchi o grani si può usare analogamente al farro, al riso e all’orzo, per preparare zuppe, insalate estive e primi piatti conditi con verdure e con legumi. Si può utilizzare anche per i secondi e i piatti unici, realizzando polpette, burger, sformati e frittelle salate. Per la sua cottura, vi basti sapere  che va precedentemente bollito, come altri cereali, ma non è necessario lasciarlo in ammollo. In alternativa si può tostarlo al forno o in padella, per un gusto croccante.
  • La farina di grano saraceno, ricavata dal questo pseudocereale macinato, è ottima per la preparazione di dolci e pane, va eventualmente mixata con altre farine, poiché il gusto rustico può risultare troppo forte e coprente. Con la farina di grano saraceno si possono realizzare biscotti, torte (ottime quelle con la marmellata), ma anche crostate, plumcake, muffin e pancakes. Se vi dilettate con il pane, la pizza e la pasta fatti in casa, potete provare ad usare questa farina, scegliendo una ricetta che ne preveda l’uso esclusivo oppure che mescoli diversi tipi di farine, a seconda del gusto più o meno intenso che cercate.
  • Il grano saraceno soffiato può essere consumato a colazione con il latte o lo yogurt e come porridge, ma anche usato per realizzare barrette e biscotti fragranti e sfiziosi.
  • Prodotti a base di grano saraceno: in commercio si trovano moltissimi alimenti confezionati a base di grano saraceno: biscotti, pasta, pane, snack dolci e salati.

Grano saraceno, non solo in cucina

grano-saraceno-bellezza-pelle

I semi di grano saraceno sono un ottimo prodotto di bellezza: con la sua azione purificante e detergente può essere usato come scrub delicato sotto la doccia per esfoliare e levigare la pelle, eliminando le cellule morte e le impurità; la vostra pelle risulterà naturalmente liscia e morbida.

Abbiamo visto che il grano saraceno è un alimento estremamente completo e versatile; non vi resta che sbizzarrirvi e provarlo in tutte le sue varianti!