Tutti i vaccini da fare da 0 a 12 anni

-
01/02/2017

Tutti i vaccini da fare da 0 a 12 anni

I vaccini sono uno strumento importantissimo per tutelare la salute dei propri figli e non solo. Oggi vedremo assieme quali sono tutti i vaccini da fare da 0 a 12 anni, in linea con quanto previsto dal calendario delle vaccinazioni obbligatorie approvato dal Piano Nazionale di prevenzione vaccinale per il biennio 2016-2018.

Tutti i vaccini da fare da 0 a 12 anni

Nonostante le polemiche degli ultimi anni e l’apertura di un animato dibattito tra i sostenitori del “Vaccino Si” e quelli del “Vaccino No”, è indubbio che gran parte del miglioramento delle condizioni di salute nella società moderna sia dovuto alle vaccinazioni.


LEGGI ANCHE: Raffreddore nei neonati quanto dura e come curarlo


Ultimamente infatti, l’utilità dei vaccini è stata messa in discussione poiché diverse ricerche hanno evidenziato la possibilità – o meglio il rischio – che determinati tipi di vaccini potessero comportare dei rischi per la salute dei bambini, causando l’insorgenza di patologie autoimmuni, disturbi muscolari e neurologici. Inoltre, sempre più spesso si sente parlare della correlazione tra le vaccinazioni e l’autismo. Di fronte a questo dibattito, un genitore non può certamente rimanere indifferente. Preoccuparsi della salute dei propri figli è assolutamente naturale: i pericoli sono numerosi e sempre diversi, tanto da rendere difficile una scelta.

Vaccini Si o Vaccini No?

Vaccini Si o No

Nonostante la messa in discussione dei vaccini però, è innegabile che questi rappresentino una vera e propria salvezza per la vita di bambini e adulti che hanno contratto gravi malattie. Come per qualsiasi cosa, anche per i vaccini l’informazione è fondamentale: evitate di seguire le voci infondate e fare scelte azzardate! Confrontatevi sempre con il vostro medico di fiducia: solo lui potrà darvi dei consigli utili ad assicurare la salute di vostro figlio e solo dopo esservi informati in maniera adeguata, potrete fare una scelta consapevole e in linea con il bene dei vostri figli.

Dalla loro scoperta a fine ‘700 i vaccini hanno salvato milioni di vite, oltre ad aver contribuito alla scomparsa di malattie mortali come il vaiolo. Nonostante ciò, a causa di informazioni poco attendibili, spesso i vaccini vengono reputati inutili e pericolosi.


Leggi anche: Tutti i segreti per fare ottimi acquisti da H&M

Credere che i vaccini siano inutili è sbagliato: le complicanze che causano sono davvero rarissime e nella quasi totalità dei casi rappresentano un modo sicuro per tutelare la salute e rinforzare il sistema immunitario. Solo in Italia, nell’ultimo anno, si è assistito a un preoccupante calo delle vaccinazioni pediatriche, tanto da richiamare  l’attenzione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, dell’Istituto Superiore di Sanità e del Ministero della Salute. Per arginare il fenomeno preoccupante del calo delle vaccinazioni, il Consiglio superiore di sanità del Ministero della Salute ha varato il Piano Nazionale di prevenzione vaccinale per il biennio 2016-2018.

Una delle novità principali del nuovo piano nazionale è la previsione di un calendario delle vaccinazioni, contenente un elenco dettagliato dei vaccini obbligatori suddivisi per fasce d’età.

Vaccini nel primo anno di vita

Come scritto nel piano nazionale di prevenzione vaccinale, “il primo anno di vita è di fondamentale importanza per immunizzare contro alcune delle più importanti malattie prevenibili”. A tal fine, è prevista la somministrazione dei primi cicli di base dei vaccini che successivamente saranno seguiti da uno o più richiami.

Vaccini primo anno di vita

I vaccini obbligatori previsti per il primo anno di vita sono:

  • Difterite, tetano e pertosse (DPTa): prime due dosi a 3 mesi e a 5 mesi;
  • Poliomielite: prime due dosi a 3 mesi e a 5 mesi;
  • Haemophilus influenzae di tipo B: prime due dosi a 3 mesi e a 5 mesi;
  • Epatite B: prime due dosi a 3 mesi e a 5 mesi;
  • Vaccino pneumococcico coniugato: prime due dosi a 3 mesi e a 5 mesi;
  • Vaccino contro il meningococco B (MenB): prime tre dosi da somministrare entro il primo anno di vita.
  • Vaccino contro il rotavirus: 2/3 dosi da somministrare tra le 6 settimane e gli 8 mesi di vita.


Potrebbe interessarti: Vaccini obbligatori 2019 neonati: calendario e informazioni

Vaccini nel secondo anno di vita

Vaccini secondo anno di vita

Nel secondo anno di vita, si effettuano le dosi di richiamo per:

  • l’esavalente;
  • l’anti-pneumococco;
  • l’anti-meningococco B.

Gli altri vaccini previsti sono:

  • Difterite, tetano e pertosse (DPTa) / Poliomielite / Haemophilus influenzae di tipo B / Epatite B (esavalente): richiamo a 11 mesi;
  • Vaccino pneumococcico coniugato: richiamo a 11 mesi;
  • Vaccino contro il meningococco B: richiamo a 13 e a 15 mesi;
  • Vaccino contro morbillo, parotite e rosolia (MPR): una dose a 13-15 mesi;
  • Vaccino contro varicella: una dose a 13-15 mesi;
  • Vaccino contro meningococco C o meningococco dei tipi ACYW135: due dosi a 13 e 15 mesi.

Vaccini dai 5-6 anni

Nel periodo compreso tra i 5 e i 6 anni, si effettuano diversi richiami e si somministra il vaccino quadrivalente MPRV, utile per bambini che non avevano risposto alla prima dose a 13-15 mesi.

Vaccini 5-6 anni

Eccovi nel dettaglio l’elenco di tutte le vaccinazioni previste:

  • Difterite, tetano e pertosse (DPTa):  richiamo a 5-6 anni;
  • Poliomielite: richiamo a 5/6 anni;
  • Rivaccinazione contro morbillo, parotite, rosolia e contro varicella (MPRV): una dose a 5-6 anni.

Vaccini a 12 anni

Vaccini 12 anni

In ultimo, ma non meno importante, c’è il periodo dell’adolescenza che inizia con i 12 anni e durante il quale è prevista la somministrazione di:

  • Difertite, tetano, pertosse e poliomielite;
  • HPV.