7 buone abitudini green per essere più ecosostenibili

Vivere green è molto più facile di quanto si possa immaginare! Ecco 5 buone abitudini con cui tutelare l'ambiente.

7 buone abitudini green per essere più ecosostenibili

Sempre di più si parla dell’importanza di tutelare il nostro ambiente. Le risorse combustili rischiano di esaurirsi in fretta e di causare non pochi problemi. Molte specie sono a rischio di estinzione, e l’aria che respiriamo si riempie sempre di più di sostanze chimiche e tossiche.

piante in vaso

Per questo motivo è importante intraprendere ogni giorno delle azioni e delle scelte che tutelino il più possibile l’ambiente e che inoltre vi faranno risparmiare sulla bolletta. Basta partire da piccoli gesti green, ecofriendly ed ecosostenibili come quelli qui elencati.

1. Stacca le prese dalla corrente

presa-elettrica-1


Leggi anche: I 10 migliori saponi per neonati e bambini

Non basta spegnere il microonde o la lavatrice. Per fare in modo che il consumo energetico sia davvero uguale a zero dovete togliere tutte le spine dalle prese elettriche. Infatti anche da spenti e inutilizzati gli elettrodomestici attaccati alla corrente consumano. Vedrete che, facendolo con costanza, a fine mese avrete un bel risparmio sulla bolletta e avrete sprecato meno energia!

2. Se hai un giardino, coltiva i tuoi prodotti!

Piante Bibbia Fico

Fare l’orto è una possibilità che forse non avete ancora contemplato. Non spaventatevi all’idea che ci voglia troppo tempo: spesso è molto più semplice di quanto sembri, e può anche diventare una piacevole attività con cui rilassarvi e staccare la mente da pensieri ingombranti. Coltivare l’orto vi permetterà di mangiare davvero a km 0 e sarete voi a decidere quali prodotti chimici possono esserci o meno sui prodotti che dovete mangiare! Dedicatevi anche solo a una o due colture, vedrete che differenza!

3. Scegli il sapone solido

lavaggio a mano

Il sapone solido per le nostre nonne era la consuetudine, ma oggi è una scelta ormai desueta. Eppure, il sapone solido è davvero un’alternativa assolutamente green. Anzitutto si evitano inutili sprechi di plastica per le confezioni di sapone liquido. Inoltre vi permette di risparmiare parecchio. Una saponetta dura mesi, se non anni! Ovviamente le proprietà igienizzanti e disinfettanti sono le stesse, quindi è una scelta del tutto conveniente!

4. Scegli il vintage

armadi


Potrebbe interessarti: Migliore letto a casetta per bambini, 10 modelli

L’industria del fast fashion è una delle più inquinanti al mondo. Per fast fashion intendiamo quelle catene di abbigliamento che offrono prodotti apparentemente carini ma fatti con materiale di bassa qualità in grado di abbattere i costi. Il problema però è che questi abiti durano davvero pochissimo e così siamo costrette a rifarci l’armadio a ogni cambio di stagione, con enorme dispendio per il nostro portafoglio e sprechi ambientali. Inoltre spesso non è chiara la catena produttiva di questi abiti e l’eticità del prodotto è piuttosto dubbia.

Molto meglio acquistare abiti usati nei tanti mercatini e negozi vintage, dando nuova vita a capi che spesso sono anche firmati e di grande tendenza!

5. Limita l’uso dell’automobile

bicicletta_1020x680

Soprattutto per chi vive in città non c’è alcuna convenienza a muoversi in auto. Ore e ore nel traffico stressante… perché? Fatevi un regalo: prendetevi una bella bicicletta. I vantaggi sono tanti: si fa attività fisica senza pagare la palestra, fa bene alla circolazione, non inquinate e… risparmiate sull’ormai costosissima benzina! In alternativa, optate per i mezzi pubblici. Approfittate del tempo in metro o in bus per leggere o ascoltare buona musica: ne guadagnerete in salute e benessere! Se proprio questo non è possibile, valutate l’acquisto di un monopattino, di un veicolo elettrico o provate il car-sharing.

6. Lava i piatti in lavastoviglie

lavastoviglie

Vi sembra strano? Eppure è stato scientificamente dimostrato, proprio di recente, che lavare i piatti a mano consuma fino a tre volte tanto in termini di acqua, di energia necessaria a riscaldarla e di detersivo. Molto meglio investire in una lavapiatti di ultima generazione: anche i modelli economici sono funzionali e fatti in modo da calibrare i consumi. Evitate di sciacquare le stoviglie prima di metterle in lavastoviglie: in questo modo non riducete i consumi né lo spreco! Assicuratevi solo di rimuovere i residui solidi e di pulire periodicamente il vostro elettrodomestico, che in questo modo potrà svolgere perfettamente il suo compito e avere lunga vita.

7. Parola d’ordine: decluttering!

Recipienti per decluttering

Fare decluttering, cioè liberarsi del superfluo e dell’inutilizzato, è una pratica che comporta numerosi vantaggi:

  1. Vi aiuta a rendervi conto di quello che avete e di quello che invece vi serve
  2. Crea nuovi spazi nella casa, evitando l’accumulo di sporco e di cose non necessarie
  3. Vi fa risparmiare, perché evitate di ricomprare quello che già possedete

La regola da seguire è quella delle 3 R:

  • riciclare (quello che è da buttare)
  • riutilizzare (quello che ancora può essere usato, anche per un altro scopo)
  • regalare (quello che è in buono stato, ma non ci serve più.

Per esempio, potete riutilizzare una bottiglia di vetro decorandola e facendola diventare un vaso, oppure ricavare degli stracci da vecchi indumenti che altrimenti andrebbero buttati via! Tanti oggetti possono essere messi in vendita sulle numerose app che permettono l’acquisto, la vendita o lo scambio di oggetti usati, oppure nei mercatini vintage.

Quando fate decluttering nell’armadio, nella cameretta, in garage o in qualsiasi altro angolo della casa, prepara tre contenitori e man mano che metti in ordine sistemali in quello di appartenenza; può diventare anche un gioco da fare con i bambini! Se proprio non puoi differenziare i rifiuti, ricordati di non buttarli nella spazzatura generica ma di recarti all’isola ecologica: anche questo è un ottimo modo per aiutare l’ambiente.