Come fare 3 giorni a Parigi: itinerario e consigli per il viaggio

-
04/10/2016

Come fare 3 giorni a Parigi: itinerario e consigli per il viaggio

Non ci è voluto molto per capire che Parigi sarebbe stata una delle parti più costose del nostro viaggio attraverso l’Europa. Le nostre ricerche su Google sono andate da “itinerario per Parigi” a “consigli per risparmiare a Parigi” quando abbiamo iniziato a cercare il modo migliore (e meno costoso) di viaggiare in una delle città più romantiche del mondo. Anche se avevamo lasciato Parigi per il nostro prossimo giro, non siamo riusciti a tralasciarla sapendo di essere molto vicini. Allora abbiamo deciso di tagliare un giorno al nostro itinerario e farci stare il più possibile in soli 3 giorni. Arriviamo, la conquistiamo e andiamo via. 3 giorni a Parigi non sembrano una sfida difficile. Era così, finché non siamo arrivati e ci siamo resi conto che non avevamo organizzato quasi niente. Dopotutto, stavamo cercando di fare una tabella di marcia per 8 città in 4 Paesi in 3 settimane e con sole 2 settimane di anticipo. Quasi impossibile. Tuttavia, la nostra prima impressione di Parigi è stata “come mai faremo a farci stare tutto in 3 giorni?” Parigi è una città enorme e in più è molto estesa. Non è esattamente percorribile a piedi, soprattutto perché avevamo poco tempo, quindi avevamo bisogno di conoscere il modo più efficiente per vedere tutto. E, come in un meccanismo, la prima mattina in cui ci siamo avventurati nella città ci siamo imbattuti in un Big Bus Tour. Avevamo avuto moltissima fortuna con i tour in autobus a Hong Kong e Monaco, quindi ci siamo detti: “perché no?” Ed ecco come passare 3 giorni a Parigi…

Giorno 1: Familiarizzate con la Città

Familiarizzate con la città

Nel nostro primo giorno abbiamo deciso di fare il Big Bus Tour, un bus che forniva un’audio guida e faceva delle fermate nei siti e nelle attrazioni più famosi di la città. Questa è stato assolutamente il modo più efficiente per vedere moltissimo in poco tempo e anche per familiarizzare con la città. Se ci fossimo avventurati da soli, probabilmente avremmo speso la stessa quantità di soldi usando un trasporto pubblico e perdendo un sacco di tempo cercando di spostarci. Questo ci ha permesso di scendere nei posti che ci interessava vedere e rispettare la nostra tabella di marcia. Non abbiamo aspettato più di 10 minuti il bus. Inoltre, abbiamo scelto di comprare il biglietto che combinava bus e battello che comprendeva un’ora di navigazione sulla Senna. Avevamo comunque deciso di fare un giro in barca e comprare il biglietto doppio ci ha fatto risparmiare. Allora, cosa abbiamo visto in un giorno a Parigi?


Leggi anche: 3 Giorni a Nashville: Guida e Itinerario

  • Abbiamo visitato la Tour Eiffel per fare delle foto e abbiamo fatto una colazione veloce mentre passeggiavamo nel Campo di Marte.
  • Campo di Marte: bellissimo punto per un picnic con vista sulla Tour Eiffel.
  • Di fronte alla torre abbiamo preso il Big Bus Tour (potete anche comprare il biglietto lì).
  • L’Opera Garnier
  • Notre Dame e il pranzo nel Quartiere Latino
  • Il Jardin du Luxembourg: bellissimi giardini che ospitano il Palazzo di Lussemburgo e il secondo parco più grande di Parigi.
  • Champs Elysees: uno dei viali più famosi del mondo, noto per i suoi negozi di lusso, i cafè e i cinema.
  • Arc de Triomphe: uno dei monumenti più famosi di Parigi.
  • Trocadero: situato sulla cima di un collina con un panorama magnifico della città e della Tour Eiffel. Posto perfetto per le foto.
  • Navigazione al tramonto sulla Senna (ultima partenza della sera): prendere il battello al tramonto ci ha permesso di vedere le vere Luci della Città in tutta la loro bellezza e la luccicante Tour Eiffel alle 11 di sera (luccica soltanto dopo il tramonto 5 minuti all’ora)

Il Big Bus Tour comprendeva anche delle fermate al Grand Palace, al Louvre, Al Museo d’Orsay e la vista di Place de la Concorde e dell’Hotel des Invalides.

Giorno 2: Palazzo di Versailles

Palazzo di Versailles

Il secondo giorno ci siamo diretti al Palazzo di Versailles perché sapevamo che il Louvre e altri musei sarebbero stati chiusi. Tuttavia, non avevamo pensato al perché molti musei sono chiusi il martedì e il Palazzo di Versailles no: è il giorno più popolare per i visitatori. Dato che non avevamo piani per Parigi, non avevamo comprato il biglietto in anticipo e abbiamo passeggiato fino a metà mattinata. Anche se eravamo preparati al fatto di dover aspettare in qualche coda (perché a Parigi tutto è una coda), non eravamo preparati alla lunghezza della coda e alla mole incredibile di turisti che sono scesi con noi dal treno quando siamo arrivati a Parigi. Abbiamo dato un’occhiata alla coda e abbiamo deciso di non perdere tempo ad aspettare. Avevamo scelto le nostre battaglie e sapevamo che sarebbe stato pieno di code alla Tour Eiffel e al Louvre. Abbiamo finito per scoprire un modo per raggiungere il parco da dietro il palazzo che è aperto al pubblico senza costi e senza coda. Dopo una lunga camminata, ce l’abbiamo fatta. Era molto bello e c’erano delle viste del giardino del Palazzo, ma non ne è valsa la pena. Quindi, impariamo dagli errori. Organizzate in anticipo, comprate il biglietto online, non andate nel giorno più affollato della settimana e andateci presto! Probabilmente passerete la maggior parte della giornata lì perché il Palazzo e i giardini sono davvero enormi.


Potrebbe interessarti: Itinerario di 7 mesi in Sud America: il viaggio della vita

Giorno 3: Tour Eiffel e Louvre

Tour Eiffel e Louvre

Abbiamo lasciato il nostro ultimo giorno per le due attrazioni più importanti perché immaginavamo che ci avrebbero preso la maggior parte del tempo. Anche qui non avevamo comprato i biglietti in tempo e ce ne siamo pentiti amaramente. Siamo andati al Louvre 30 minuti prima dell’apertura e la coda non era tantissima. Non siamo persone da musei enormi e arte, ma il Louvre è stato affascinante comunque. Abbiamo passato circa 5 ore da soli con l’aiuto di un’audio guida. Dopo 5 ore ne avevamo abbastanza di dipinti, sculture e turisti e siamo andati alla ricerca di un po’ di aria fresca nei bellissimi Giardini Tuileries. Questo è un punto fantastico per rilassarsi, fermarsi a guardare qualcosa di insolito e osservare le persone!

Da qui abbiamo deciso che era ora di andare sulla cima della Tour Eiffel. Per questo, ci eravamo preparati a una lunga coda e sapevamo che stavamo andando ad aspettare chissà quanto. Era la Tour Eiffel, dopo tutto, e non potevamo partire senza salirci. Avevamo letto che si poteva salire a piedi fino al secondo livello e da lì prendere un ascensore fino alla vera cima, non soltanto risparmiando denaro, ma anche tempo perché la coda di solito è più corta. Siamo davvero contenti di aver scelto quella via! Siamo riusciti a salire e scendere in meno di un’ora e mezza e la coda al secondo livello è stata di soli 15 minuti. Detto questo, se avete paura dell’altezza non siete abbastanza in forma per salire più di 700 scalini è meglio se lasciate perdere questa opzione. Altrimenti, è stata un’esperienza grandiosa e la consigliamo assolutamente.

Anche se tre giorni a Parigi non sono stati abbastanza, il nostro conto in banca ci diceva che era il momento di andare in Belgio. Ci sono state alcune cose che non abbiamo visto e che avremmo voluto vedere, come Montmartre e il Moulin Rouge, ma questa è soltanto una ragione in più per ritornarci un giorno (quando il nostro budget sarà più grande!)

Consigli per un viaggio a Parigi

Consigli per il viaggio a Parigi

 

  • Gli alloggi a Parigi sono esagerati! invece di pagare più di 150€ a notte per un hotel mediocre, optate per un’alternativa. Noi abbiamo usato Airbnb e abbiamo avuto un’esperienza fantastica! Abbiamo pagato meno di 75€ a notte per un appartamento privato, fornito di cucinino, WiFi e bagno privato. Era un quartiere residenziale quindi la notte era tranquillo ed era a soli 15 minuti a piedi dalla metro per arrivare in centro. Gli ostelli potrebbero essere una buona opzione per i viaggiatori da soli, ma per le coppie e le famiglie Airbnb è la cosa migliore.
  • Preferite i chioschi e i supermercati ai ristoranti e cafè. I prezzi nei cafè erano incredibilmente alti a confronto. Sì, abbiamo mangiato in due cafè e abbiamo pagato circa 45€ per un semplice pranzo perché…beh, eravamo a Parigi. Dopo di che, abbiamo scoperto un supermercato vicino al nostro alloggio e abbiamo fatto un vero pasto parigino con vino, formaggio, salame, olive, pane fresco francese e pesto. Non soltanto è stato il nostro pasto migliore, ma anche il più memorabile e meno costoso con soli 13 euro!
  • Non fate il nostro stesso errore – organizzate il viaggio e comprate i biglietti in anticipo (Louvre, Tour Eiffel, Versaille ecc.). Questo vi farà risparmiare tempo e spesso anche soldi.
  • Se avete poco tempo o se state cercando un modo efficiente per vedere i posti più famosi della città, prendete il Big Bus Tour per un giro che vi terrà al passo con la tabella di marcia. L’audio guida inclusa è fantastica e comprende molti fatti  e curiosità interessanti della storia che altrimenti non avremmo mai saputo. Se state pensando di fare un giro sulla Senna, è meglio comprare il biglietto con la combinazione bus/battello perché vi farà risparmiare.
  • Non preoccupatevi di salire sulla cima di tutti i monumenti o passerete molto tempo in coda. Noi abbiamo tralasciato di salire su Notre Dame e sull’Arc de Triomphe perché sapevamo di salire sulla Tour Eiffel. Questo ci ha fatto risparmiare tempo e denaro.
  • Attenti agli scippatori. Ci sono cartelli ovunque a Parigi, soprattutto intorno alla Tour Eiffel e al Louvre e non sono da ignorare. Le ragazze che vengono e chiedono “parlate inglese?” allo scopo di farvi firmare una petizione sono tutte scippatrici. Mentre leggete il documento, i loro amici stanno rovistando dentro le vostre borse e le vostre tasche. Non solo l’abbiamo visto con i nostri occhi, ma sono riuscite anche ad approfittare di un bambino di 12 anni. Fortunatamente, ha riavuto i suoi soldi!
  • Rinfrescate il vostro francese! Imparate le parole e le frasi più importanti che vi aiuteranno a muovervi meglio in città.