Come portare le sigarette in aereo

-
08/04/2015

Come portare le sigarette in aereo

Sia che vogliate portarvi delle sigarette del vostro paese d’origine sia che vogliate acquistarle come souvenir da riportare a casa, trasportare tabacco è un’operazione sottoposta a rigidi controlli, vediamo come portare le sigarette in aereo.

A stabilire la lista degli oggetti e delle sostanze proibite in cabina e quindi nel bagaglio a mano, sono le autorità aeronautiche internazionali, con l’obiettivo di garantire la sicurezza dei voli e di prevenire le minacce terroristiche. In Italia a controllare che queste norme vengano applicate è l’Enac – Ente nazionale per l’aviazione civile, l’autorità di vigilanza in campo aeronautico.

Chi viaggia da un paese dell’Unione Europea all’altro può portare con sé prodotti a base di tabacco destinati all’uso personale, ma non per essere rivenduti. Ai sensi della normativa europea, non occorre dimostrare che i prodotti acquistati sono destinati all’uso personale se la quantità trasportata è inferiore a:

  • 800 sigarette – 4 stecche
  • 400 cigarillos con un peso massimo di 3 grammi l’uno
  • 200 sigari
  • 1 kg di tabacco da fumare

Per chi invece proviene da un Paese extra-UE, i limiti sono più stringenti:

  • 200 sigarette – 1 stecca
  • 100 cigarillos con un peso massimo di 3 grammi l’uno
  • 50 sigari
  • 250 gr di tabacco da fumare

Le sigarette in aereo possono essere messe sia nel bagaglio a mano che in quello da stiva, basta rispettare i limiti consentiti. Quello che è invece veramente proibito portare a bordo è l’accendino, se ai controlli trovano l’accendino questo viene sequestrato e buttato nella spazzatura. Negli USA hanno inventato uno scambio simpatico e che evita di buttare gli accendini, lo scambio di accendini, chi parte lascia il suo in una parte specifica dell’ aeroporto e chi arriva ne prende uno e se lo porta via.


Leggi anche: Quante sigarette posso portare in aereo

Leggi anche : Quante sigarette posso portare in aereo