Come richiedere assistenza speciale in aeroporto

-
10/08/2015

Come richiedere assistenza speciale in aeroporto

Come richiedere assistenza speciale in aeroporto
Come richiedere assistenza speciale in aeroporto

Viaggiare è un diritto di tutti, non uno riservato ai pochi. Nel seguente articolo spiegheremo come richiedere assistenza speciale in aeroporto. Ai passeggeri con speciali esigenze di assistenza è riservata particolare attenzione attraverso apposite procedure, servizi e personale dedicato. Aeroporti e compagnie aeree sanno che la facilità di accedere alle informazioni necessarie è molto utile per la buona riuscita di un viaggio per le persone con disabilità o a mobilità ridotta. Innanzi tutto ricordiamo questo tipo di passeggeri, definiti PRM (Passeggeri a Ridotta Mobilità), hanno diritti, ma allo stesso tempo dei doveri: queste persone possono richiedere l’assistenza necessaria tramite i siti web dei gestori aeroportuali, cosa che devono fare al momento della prenotazione del loro viaggio aereo (potrà essere la stessa agenzia turistica a inoltrare la richiesta), o al più tardi entro le 48 ore prima della partenza del loro volo (l’assistenza può essere richiesta direttamente in aerostazione, ma ciò potrebbe determinare lunghi empi di attesa e un sevizio non idoneo). Di seguito riportiamo i codici per la richiesta delle assistenze specifiche, in modo tale da poter inoltrare una richiesta che sia la più precisa possibile:


Leggi anche: Dormire dentro l’aeroporto di Orio al Serio Bergamo

  • WCHR: (sedia a rotelle), il passeggero necessita di una sedia perché non in grado di camminare per lunghi tratti, ma che può salire e scendere le scale e che si può muovere autonomamente all’interno dell’aereo.
  • WCHS: (sedia a rotelle), il passeggero non è in grado di fare le scale, ma si può comunque muovere all’interno dell’aereo.
  • WCHC: (sedia a rotelle), il passeggero è immobilizzato, necessita di sedia a rotelle e di assistenza sia all’arrivo che al termine del volo e sino all’uscita dall’aeroporto. Per questo tipo di assistenza ricordarsi di fornire informazioni sul tipo di sedia a rotelle di cui questo passeggero è dotato (se semplice sedia a rotelle o di quelle con batteria, in quanto alcuni vettori non accettano il trasporto di alcune sedie con determinati tipo di batterie)
  • DEAF, passeggero non udente o con problemi nell’uso della parola.
  • BLND, passeggero non vedente (distinguere se è ipovedente); in casi specifici informare se viaggia anche con il cane guida.
  • DEAF/BLND, passeggero con entrambe le problematiche e che necessita di assistenza per spostarsi.

Ricordiamo che i passeggeri PRM che si presentano autonomamente in aerostazione hanno il dovere di recarvisi all’ora stabilita dal vettore per il check-in o al più tardi almeno un’ora prima dell’ora pubblicata di partenza. Se i passeggeri PRM si recano nel punto designato all’interno dell’aerostazione, ricordiamo che vi dovranno essere all’ora stabilita dal vettore o al più tardi almeno due ore prima dell’orario di partenza del volo. Sperando che questo articolo su come richiedere assistenza speciale in aeroporto sia stato utile, vi auguriamo buon volo.