Cosa vedere in Francia: top 21

-
25/10/2016

Cosa vedere in Francia: top 21

La Francia è stata la meta turistica più popolare per più di venti anni. I motivi che spingono i turisti a visitarla sono molteplici: per visitare Parigi, per la soleggiata Costa Azzurra, per le lunghe spiagge atlantiche, per le stazioni sciistiche che si trovano sulle Alpi francesi, per i castelli della Valle della Loira e per la storia dell’antica Bretagna e Normandia.
In un precedente articolo, abbiamo già trattato le principali attrazioni francesi. Qui, invece, parleremo di alcune delle attrazioni più incredibili, che forse non sono così famose, ma che meritano sicuramente una visita.

21. Castello di Chenonceau

Il castello di Chenonceau è forse il castello più famoso della Valle della Loira. Costruito nel XVI secolo, attraversa il fiume Cher, con passaggi per le barche nella parte inferiore. Dopo Versailles, è il castello più visitato in Francia ed è famoso per i suoi incantevoli giardini. È stato restaurato dopo essere stato bombardato nella seconda guerra mondiale.

20. Le Puy-en-Velay

Le Puy-en-Velay, nel sud, è famosa per tre cose: la cattedrale, le lenticchie e il pizzo. Un santuario dedicato alla Vergine Maria, in cima al Mons Anicius, attira pellegrini da prima del medioevo. La cattedrale di Nostra Signora è l’attrazione turistica più popolare. I turisti saranno anche curiosi di provate il Verveine, un liquore verde aromatizzato alla verbena.

19. Champagne di Epernay

Le persone a cui piace sorseggiare le bollicine si troveranno bene a Epernay, una cittadina a sud di Reims famosa per lo champagne. Infatti, siccome qui vengono prodotti diversi champagne, viene chiamata la capitale dello champagne. L’Avenue du Champagne, una via fiancheggiata da produttori di champagne, è il posto in cui provarli.


Leggi anche: Cosa vedere in Francia: top 10

18. Cattedrale di Amiens

Nostra Signora d’Amiens, una chiesa romana cattolica risalente al Medioevo, è la cattedrale più grande della Francia. È famosa per le sculture gotiche presenti sia all’interno che all’esterno della chiesa. All’interno, ospita una testa che si crede fosse quella di Giovanni Battista.
cattedrale-amiens-cosa-vedere-in-francia

17. Festival di Cannes

Ogni anno a maggio, l’élite del mondo della produzione cinematografica arriva in questa città della Costa Azzurra per il Festival del Cinema di Cannes. Anche se le proiezioni non sono aperte al pubblico, i fan possono guardare le loro star preferite mentre escono o entrano per vedere le proiezioni, cenano nei ristoranti, fanno shopping o visitano le bellissime spiagge.

16. Val-d’Isère

Val-d’Isère è una stazione sciistica molto popolare nel Sud-est della Francia, vicino al confine con l’Italia. Nel 1992 ha ospitato le Olimpiadi Invernali e, in particolare, le gare di sci maschile; ospita regolarmente anche le gare della Coppa del Mondo. In inverno, i residenti di questo incantevole villaggio si trovano in netta inferiorità numerica rispetto ai turisti, con un rapporto di uno a quindici.

15. Monumenti romani di Nîmes

Nîmes è una città del sud della Francia che una volta era una delle città più importanti della Gallia romana, il che si nota facilmente a giudicare dai numerosi edifici romani che si trovano in questa città, tra cui un meraviglioso anfiteatro e un tempio ben preservato. È per questo che Nîmes viene spesso considerata la Roma francese.

14. Camargue

Situata tra il Mar Mediterraneo e il delta del fiume Rodano, il Camargue è il più grande delta di un fiume dell’Europa occidentale. Questo acquitrino è famoso per l’avifauna brulicante, composta da circa 500 specie di animali, inclusi i fenicotteri rosa. Altrettanto famosi sono i cavalli bianchi di Camargue.

13. Lascaux II

Lascaux II è una replica dei dipinti storici ritrovati nelle grotte del sud della Francia. Alcuni ragazzi scoprirono le grotte nel 1940. Nelle grotte di Lascaux ci sono dei disegni di grossi animali che si crede risalgano almeno a 17000 anni fa. La presenza dell’uomo all’interno delle grotte ha rovinato i disegni, da qui la replica.


Potrebbe interessarti: Cosa vedere in Francia: top 12

12. Vecchia Lione

citta-vecchia-lione-cosa-vedere-in-francia

La Città Vecchia di Lione è il quartiere rinascimentale più grande della città, se non di tutta Europa, e il primo in Francia ad avere delle leggi per proteggerne i siti culturali. La Città Vecchia è piena di stradine fiancheggiate da edifici pittoreschi che oggi ospitano musei e negozi, invece che persone.

11. Bonifacio

Bonifacio è una città che si trova a Sud-est della Corsica. Le caratteristiche scogliere calcaree bianche che si sporgono sull’oceano sono scolpite con forme insolite che, per via dell’erosione, sembrano quasi appese. Un’ex fortezza che una volta ospitava la legione straniera francese è, ora, un museo.

10. Viadotto di Millau

Il viadotto di Millau è un ponte strallato che pare sia il ponte più alto del mondo grazie ai suoi 343 metri. Questo ponte a quattro corsie attraversa la valle del fiume Tarn, nel sud della Francia. Inaugurato nel 2004, è considerato una delle più grandi opere di ingegneria francese.

9. Scogliere di Étretat

Le scogliere francesi di Étretat sono la risposta alle scogliere bianche di Dover, in Inghilterra. Si tratta di alte scogliere ad arco che sporgono nel Canale della Manica nell’Alta Normandia. Negli anni passati, questo villaggio agricolo ha attirato molti artisti, inclusi il pittore Claude Monet e l’autore Guy de Maupassant.

8. Cattedrale di Reims

La cattedrale di Reims è un simbolo importante per la monarchia francese perché è il posto in cui venivano incoronati i re francesi. L’imponente struttura fu costruita in stile gotico francese dal 1211 al 1275, rimpiazzando una cattedrale costruita intorno all’anno 400. La cattedrale attira circa un milione di visitatori ogni anno.

cattedrale-reims-cosa-vedere-in-francia

7. Centro storico di Strasburgo

Strasburgo è una città medievale, capitale dell’Alsazia. La città vecchia è caratterizzata da stradine acciottolate fiancheggiate da edifici in legno. Secondo i visitatori, il modo migliore per esplorare Strasburgo è a piedi o in bici, infatti l’attività più gettonata sono le lunghe passeggiate lungo i canali.

6. Passeggiata degli inglesi

La passeggiata degli inglesi a Nizza è probabilmente la passeggiata più famosa lungo il Mediterraneo. È chiamata così perché dal XVII secolo molti visitatori inglesi passavano l’inverno qui. Oggi Le Prom, nome con cui viene chiamata comunemente, è famosa non solo tra i bagnanti estivi, ma anche tra gli skeater.

5. Annecy

Annecy si trova nella regione del Rodano-Alpi, a nord del lago di Annecy. Il pittoresco capoluogo dell’Alta Savoia era appartenuto alla Svizzera e alla Sardegna, prima di unirsi alla Francia nel 1860. Questa città medievale è divisa da piccoli canali e corsi d’acqua provenienti dal lago di Annecy, le cui acque sono pulite, fresche e di un meraviglioso color azzurro. L’attrazione principale è il Palais de l’Île, che si trova in mezzo a un canale.

4. Regioni vinicole di Bordeaux

Bordeaux è una meta immancabile per gli amanti del vino, dato che produce alcuni dei migliori vini rossi al mondo. L’area di Bordeaux è divisa in regioni e sub-regioni. La rive gauche si dedica alla coltivazione di uva cabernet sauvignon, mentre la rive droite all’uva merlot. Anche i vini bianchi e da dessert sono fatti con uve coltivate qui.

3. Castello di Fontainebleau

A meno di 65 km da Parigi, il castello di Fontainbleau è uno dei castelli reali più grandi della Francia. L’ex castello di caccia, in uso dal XII secolo, è il posto in cui Napoleone abdicò prima di essere esiliato sull’Isola d’Elba. Il complesso è pieno di edifici decorati sia esternamente, ma soprattutto internamente.

2. Ponte del Gard

Il Ponte del Gard è un vecchio acquedotto/ponte romano che attraversa il fiume Gard, nel sud della Francia. Costruito intorno al 40, faceva parte di un lungo corso d’acqua che portava l’acqua da una sorgente di Uzès alla colonia romana di Nîmes. Alto 49 metri, è il più alto tra tutti i ponti/acquedotti romani.

Ponte-Gard-cosa-vedere-in-Francia

1. Carcassonne

Cité de Carcassonne è una città fortificata che si trova nella regione della Linguadoca-Rossiglione. La città risale a circa 2500 anni fa e divenne parte della Francia a metà del XIII secolo. Un tempo era il centro dell’industria tessile francese che produceva lana. Un progetto di recupero del XIX secolo ha trasformato Carcassonne in quella che oggi è una popolare destinazione turistica.