Miglior itinerario Interrail

-
30/03/2015

Miglior itinerario Interrail

Miglior itinerario Interrail
Panoramica Budapest

Il miglior itinerario Interrail ? Sicuramente l’Est Europa, meravigliosa combinazione di culture e tradizioni e ideale per un viaggio low cost.  A Sarajevo, Cracovia, Belgrado e Budapest è possibile rimanere per tanto tempo, anche un mese, spendendo la cifra che ci permetterebbe di stare solo due settimane in Inghilterra o in Francia.

Ma vediamo nel dettaglio perché il miglior itinerario Interrail è rappresentato proprio dall’Europa dell’Est.

Partiamo da Sarajevo. Sarajevo è il simbolo della rinascita culturale di un intero paese, dopo la tragica guerra di Bosnia, agli inizi degli anni novanta e le terribili pulizie etniche. I giovani di Sarajevo e dintorni, hanno una voglia di fare incredibile e contagiosa, nei bar e nei locali c’è musica e divertimento fino a tarda notte. Grazie alla rinascita del posto, a Sarajevo sono stati aperti tantissimi ostelli.


Leggi anche: Itinerario

La città di Sarajevo è la città multietnica per eccellenza, dove i quattro luoghi di preghiera, uno mussulmano, due cristiani ed uno ebraico, si trovano a pochi metri l’uno dall’altro, cosa assai rara. La Stari Grad o Città Vecchia è meravigliosa, assolutamente da visitare le Moschee di Ali Pasha, dell’Imperatore e quella di Gazi Husrevbeg, la Cattedrale Serbo-Ortodossa, la Vecchia Chiesa Ortodossa, la Chiesa di San Giuseppe, la Chiesa di Sant’Antonio da Padova e le due Sinagoghe. Altri luoghi di interesse sono La Torre d’Entrata di Visegrad, la Casa di Svrzo, la Torre dell’Orologio, il Ponte Plandiste, il Ponte Goat ed il Palazzo del Governo.

Molto suggestiva è la visita al Tunnel della Speranza. Costruito dagli assediati bosniaci per collegare la città di Sarajevo, completamente isolata dalle milizie serbe, con l’area neutrale dell’aeroporto istituita dalle Nazioni Unite. I volontari bosniaci con turni di otto ore, lo scavarono in meno di quattro mesi. Grazie al tunnel gli aiuti umanitari e le armi necessarie ai combattenti, potevano arrivare in città. Dell’originaria lunghezza di circa ottocento metri, oggi ne sono conservati venti e sono la sede dell’omonimo museo.

Dalla  Bosnia ed Erzegovina il miglior itinerario Interrail continua in direzione Polonia e si ferma a Cracovia. Cracovia è una splendida città universitaria, piena di pub carichi di fascino, grazie al perfetto mix tra antiche locande e pub inglesi che si è creato nel corso degli anni. Oltre ai pub la città è ricca di storia e tradizioni. Una visita da non perdere è sicuramente quella all’antico quartiere ebraico Kazimieriz ed al Castello Wawel, oltre a tutto il centro storico con la meravigliosa piazza Rynek Glowny, una delle più grandi d’Europa. L’impressionante numero di chiese e monasteri all’interno del centro storico, ha fatto si che l’UNESCO nel 1978, dichiarasse la città Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Proseguendo con il miglior itinerario Interrail si arriva a Belgrado, capitale dell’attuale Serbia. Attraversata dai fiumi Sava e Danubio la città è ricca di fascino e una passeggiata lungo il fiume è molto romantica . Sicuramente la zona più caratteristica è il quartiere Skadarlija, nel centro storico di Belgrado, in perfetto stile bohémien. Da non perdere la Cattedrale di San Sava, la cattedrale ortodossa più grande del mondo e la fortezza Kalemegdan.


Potrebbe interessarti: Itinerario: cosa vedere a Taiwan

Il miglior itinerario Interrail termina in una delle città più affascinanti dell’Europa dell’Est : Budapest. La città di Budapest nasce dalla fusione di due città Buda e Pest. Pest è la zona più commerciale della città, Buda è invece la parte più caratteristica. Uno dei più visitati monumenti di Budapest è il Castello di Buda, un edificio medievale dichiarato Patrimonio mondiale dell’Unesco. Da vedere poi il Palazzo del Parlamento, che si estende per 268 metri lungo la sponda sinistra del Danubio , un perfetto mix di stile neogotico, neo barocco e neo romanico.  Durante la permanenza a Budapest  per una giornata in totale relax bisogna fare un giro alle terme.  I Bagni Termali Szechenyi sono uno dei più grandi complessi d’Europa. Sono due le sorgenti di acqua termale che vengono incanalate nelle strutture neo-barocche di questi bagni, a due passi dalla Piazza degli Eroi, nel Parco Municipale..

Si conclude a Budapest il miglior itinerario Interrail, ma non sono comunque da escludere i dintorni delle città sopra descritte, dipende solo dal tempo e dal budget, che si ha a disposizione per viaggiare.