Cosa vedere in Thailandia del Nord

-
09/05/2016

Molti turisti in Thailandia scelgono di visitare Bangkok, le spiagge e un’isola del sud, ma la Thailandia del nord non ha niente da invidiare al resto del paese, con le sue città ricche di cultura, oltre alle foreste incontaminate e gli altopiani, dove molti piccoli villaggi sono popolati di comunità locali la cui vita è molto diversa da quella dei loro connazionali nelle grandi città. Sia che vogliate vedere gli elefanti nel loro habitat naturale, o visitare le comunità tribali degli altopiani, includete la Thailandia del nord nel vostro prossimo viaggio in Asia. La lista che vi abbiamo preparato evidenzia alcune delle mete più ambite, e include tutto: dai parchi storici al passaggio nel triangolo d’oro.


Leggi anche: Cosa vedere in Thailandia in 2 settimane

Phrae

Phrae

La storia della città di Phrae risale al regno dei Lanna, di cui rimangono testimonianze storiche. Non si tratta, quindi, di una tipica tappa per turisti: essere lontani dai percorsi   più battuti significa che Phrae non rientra nei circuiti turistici di massa, permettendovi di avere un approccio diverso con la cultura thai. Phrae si trova nel cuore della principale foresta di teak, e molti dei suoi edifici sono stati costruiti con questo materiale.  Non perdetevi il Pratabjai House, il Khum Chao Luang,  che è stato commissionato dai sovrani thai, e quel che rimane delle antiche mura.

Mae Sai

Mae Sai


Leggi anche: Cosa vedere in Thailandia in 2 settimane

La città è il punto di partenza per coloro che desiderano visitare il Myanmar, ma esistono molte attrazioni anche entro i suoi confini. Il grandioso Wat Phra Kaew That Wai Dao è aperto al pubblico, e si trova vicino ad altri templi birmani più piccoli. Inoltre, non potrete perdervi la statua dello scorpione gigante, con le sue chele protese  verso   il Myanmar,  simbolo della forza della popolazione Thai e del valore dimostrato durante la guerra. Mae Sai è il posto ideale per andare per mercatini: i souvenirs più caratteristici sono gli articoli intagliati nel legno di sandalo e i gioielli importati dal Myanmar.

Nan

View Point Wat Phra That Kao Noi of Nan Province in Thailand.

Nel XIV secolo Nan era una città-stato fiorente nel regno dei Lanna, ed era in grado di prosperare grazie alla sua posizione a metà strada tra Chiang Mai e Luang Prabang. La città è ufficialmente ritornata a far parte della Thailandia nel 1931, e la popolazione locale è orgogliosa della propria terra e del suo patrimonio. Incominciate la visita dal Museo Nazionale di Nan, nel palazzo che era stato abitato dagli ultimi due feudatari della città. Quindi prendetevi del tempo per visitare il Teak House King of Nan, del XIX secolo ed il tempio Wat Phumin (XVI secolo). Infine potete assistere alle coloratissime regate che si tengono proprio sul fiume Nan.

Lampang

Lampang

Alcuni manufatti testimoniano che questa città è stata abitata per più di 1.000 anni, e molte delle sue testimonianze storiche riflettono questa eredità. Visitate il Wat Phra Kaew Don Tao, che ospita l’imponente Budda di smeraldo e il Ban Sao Nak, o casa dalle molte colonne. Entro i confini della città vecchia, ammirate l’architettura del Wat Phra That Lampang Luang, e date un’occhiata agli splendidi murali del XIX secolo. Ogni sabato e domenica sera la città di Lampang si anima di gente che affolla il mercato notturno Gad Gong Tha, dove potrete acquistare cibo, bevande e souvenirs.

Chiang Rai

Chiang Rai


Potrebbe interessarti: Migliori crociere Mari del Nord

Il  Triangolo d’Oro è la zona in cui Laos, Thailandia e Myanmar si intersecano, e la città considerata passaggio per il Triangolo d’Oro è Chiang Rai. Nel suo interno troviamo molte attrazioni tra cui la casa nera presso il Museo Baan Dam, il tempio Buddista Munniti Chiang Rai, il Wat Klong Wiang, che risale al XIV secolo, e il White Temple (Wat Rhong Kun). Se volete approfondire la conoscenza di Chiang Rai, non vi resta che visitare il Cultural Hall Museum, ed assicurarvi, prima di partire, un giro in barca lungo il Kok River.

Parco nazionale Doi Inthanon

Beautiful sunset at two pagoda (noppha methanidon-noppha phon phum siri stupa), Doi Inthanon National Park, Chiang mai, Thailand.

Se la Thailandia può essere associata a clima tropicale e paesaggi costieri, il Parco Nazionale Doi Inthanon non si adatta a questi stereotipi. Sede delle montagne più  alte della Thailandia,  il parco si trova  a un’altitudine media piuttosto elevata, dove è possibile qualche gelata nei pochi giorni più freddi dell’anno. Doi Inthanon annovera nel suo territorio numerose cascate molto scenografiche, tra cui non dovete assolutamente perdervi le Mae Klang, le Mae Ya e le Sirithan Waterfall. Potrete praticare sport avventurandovi lungo il percorso Ang Ka Nature Trail, ed arricchire questa esperienza visitando il Hmong Market, dove i venditori delle comunità tribali vi accoglieranno nei loro costumi originali.

Mae hong son

Mae Hong Son

Si trova nella Thailandia del nord, ma lì ci si sente in un paese completamente diverso grazie alla cultura che la contraddistingue. Mae Hong Song confina con il Myanmar, e molti degli abitanti sono di discendenza Shan: da ciò risulta che la città ha un carattere unico e differente dal resto del paese.  Qui il trekking è un’attività molto praticata, ed alcuni pacchetti turistici includono una guida per un giorno di escursione, durante il quale è possibie vedere il ponte di bambù Su Tong Pae, la caverna dei pesci Tham Pla, le cascate Pha Sua ed il Pang Tong Palace. La città è inoltre una tappa obbligata del famoso Mae Hong Song loop, un tour di 4 giorni attraverso scenari stupendi, che ha inizio e di conclude a Chiang Mai.

Pai

Pai

Molto popolare tra gli backpackers, Pai è una destinazione a tutto relax che offre molte attività ricreative all’aperto. Potete incominciare con un’esperienza di rafting sulle rapide, fare del trekking sulle montagne con un tour guidato, vedere gli elefanti che si bagnano nel Pai, scendere in canoa giù per un fiume o camminare fino alle sorgenti calde Tha Pai, Per gli amanti della vita notturna consigliamo, invece, l’affollata Raddamong road, con i suoi numerosi bar all’aperto che offrono drinks a prezzi accessibili e musica live, mentre per gli appassionati di storia c’è il Memorial Bridge della IIa Guerra Mondiale, o il piccolo villaggio cinese di Santhicon, che si trova appena fuori città.

Sukhothai

Sukhothai historical park, the old town of Thailand in 800 year ago

Nel XIII secolo Sukhothai rappresentava il cuore della Thailandia, nonchè la sua capitale, ma oggi è una piccola città conosciuta per le sue rovine. Il Parco Storico suddiviso in sezioni distinte, per accedere ad ognuna delle quali è necessario pagare un pedaggio. Non vedrete l’ora di ammirare le enormi statue del Budda tra templi sgretolati dal tempo, splendidi ponti e bassorilievi di stucco!

Chiang mai

Chiang mai - Templii

La destinazione più grande e più popolare nella Thailandia del nord è Chiang Mai, conosciuta sia per i suoi elefanti che per i suoi templi: ne ospita ben 300, ma i migliori in assoluto sono il Wat Phrathat Doi Suthep, che si trova fuori dal centro città, il Wat Phra Singh con i suoi incredibili affreschi (entrambi risalgono al XIV secolo) ed il Wat Chedi Luang, un capolavoro architettonico del XV secolo. A questo punto, potrete concedervi del tempo per gironzolare fra i mercatini del centro, tra i quali il più caratteristico è il Mercato Notturno.