Venezia nascosta, 6 cose insolite da vedere in una delle più belle città d’Italia

Venezia è una città affascinante e piena di segreti. Ecco alcuni posti insoliti da visitare per vivere la città in un modo tutto nuovo!

Venezia nascosta, 6 cose insolite da vedere in una delle più belle città d’Italia

Visitare Venezia è un’esperienza unica da fare almeno una volta nella vita. Venezia è meta prescelta da turisti di tutto il mondo, che la scelgono per le sue bellezze, ma anche per il suo romanticismo unico. Venezia però non è fatta solo di monumenti noti in tutto il mondo: questa città romantica e meravigliosa è anche una culla di tesori nascosti e tante cose insolite e poco conosciute tutte da scoprire. Eccovi un breve elenco!

Carnevale a Venezia

Insolita Venezia, 6 tesori nascosti

In molti sono preoccupati all’idea che visitare Venezia diventi sempre meno accessibile, ma per voi arriva una bella notizia. Il tanto discusso ticket di accesso alla città sarà valido solo dal 2023, precisamente a decorrere dal 16 gennaio, data fissata dal Consiglio Comunale della città veneta. Inoltre il suo costo sarà davvero esiguo: dai 3 ai 10 euro in base alla giornata. Il ticket è stato pensato per gestire il flusso di turisti spesso eccessivo e che rischia di rendere troppo complicata la vita ai residenti (ma anche l’esperienza dei visitatori), che sono sempre meno.

Quindi, messo da parte questo timore, non vi resta che avventurarvi per la bella città lagunare e dedicarvi alla scoperta di 6 posti segreti che vi consigliamo.

1. San Lazzaro degli Armeni

5ad8ca_91fc505e466243b395585dfee71d6de2.jpg_srb_p_1020_524_75_22_0.50_1.20_0.00_jpg_srb


Leggi anche: I 10 Migliori vaporetto: caratteristiche principali e quale scegliere

Un’isola in un’isola? Nella laguna di Venezia tutto è possibile! San Lazzaro degli Armeni è una piccola isoletta nella laguna veneziana, che si trova sulla costa occidentale del Lido. Nel Settecento è diventata il centro spirituale di una comunità di monaci originari dell’Armenia, e così a partire dalle rovine di un antico monastero ristrutturarono la chiesa, ampliarono le dimensioni dell’isola e diedero vita ad una fiorente attività tipografica che stampò numerose opere di vario genere in ben 36 lingue e in 10 alfabeti. Per raggiungere San Lazzaro degli Armeni si deve prendere il vaporetto a San Zaccaria, lungo la Riva degli Schiavoni, e in pochi minuti sarete arrivati in questa magica isola.

2. Libreria Acqua Alta

Libreria-Acqua-Alta-Venezia

La celebre libreria Acqua Alta di Venezia è ormai un appuntamento imperdibile per gli amanti dei libri. Per raggiungerla basta superare la bellissima chiesa di Santa Maria Formosa e giungerete in questo luogo magico. La libreria dà su un canale motivo per cui le acque entrano spesso nei locali della libreria. Per salvare i libri il proprietario li ha posti su una gondola e in parte persino in una vasca da bagno. Nel cortile poi è stata realizzata una scala con vecchi volumi sulla quale potete salire e guardare nel canale adiacente. La libreria Acqua Alta è diventata nota sui social proprio grazie a questo scorcio unico, scatto super condiviso su Instagram.

3. Cimitero di San Michele

Visita-guidata-all-isola-Veneziana-di-San-Michele

Quando si opta per una gita in vaporetto spesso si scelgono le solite isole: Lido, Murano o Burano. Se però avete voglia di novità, scendete sull’Isola di San Michele. Ma di cosa si tratta? Ebbene qui vi è il celebre cimitero cittadino, dove riposano molti personaggi importanti: il compositore Igor Stravinsky, il poeta Ezra Pound o Sergej Diaghilev, ideatore dei balletti russi. I defunti vengono qui sepolti a partire dall’età napoleonica, quando per motivi igienici vennero proibiti i cimiteri nei centri abitati. Il vaporetto vi lascerà vicino alla chiesa e poi potrete proseguire nel giro del cimitero monumentale.

4. Isola Museo di San Servolo

isola-san-servolo-venezia-eventi-79c62dee


Potrebbe interessarti: Cosa cucinare a San Valentino, 20 idee per un menù facile

Se siete grandi amanti del brivido, il Museo del Manicomio è una tappa insolita e imperdibile della vostra gita a Venezia. Sull’Isola di San Servolo di ergono gli edifici di un centro monastico poi diventato appunto un ospedale, prima per i soldati feriti in guerra e poi per i malati di mente. Attorno a tutti gli edifici si trova un grande e bellissimo parco verde. Nel museo si trova un’interessante esposizione, intitolata “La follia reclusa”, che ricostruisce la storia del manicomio veneziano attraverso le fonti: documenti e cartelle cliniche, oggetti quotidiani usati dai pazienti, strumenti di contenimento usati dal personale sanitario, foto e altri strumenti usati per la terapia dell’elettroshock.

5. Labirinto Borges

labirinto-borges-venezia

Sull’Isola di San Giorgio Maggiore esiste un bellissimo labirinto dedicato a Jorge Luis Borges, che amò follemente la città veneziana. Lo scrittore argentino nei suoi libri ha fatto spesso uso dell’immagine del labirinto, simbolo della complessità del mondo e delle sue molteplici possibilità. Da Piazza San Marco parte il vaporetto necessario per giungere su questa isola e vedere questo tesoro nascosto. Il percorso tra le siepi è lungo più di un chilometro, ed è stato realizzato con più di 3.000 piante di bosso.

6. Tomba di Antonio Canova

COVER – Canova sc 188_45604

Se ti trovi a Venezia e ami l’arte non può mancare assolutamente una visita alla tomba dello scultore Antonio Canova situata all’interno della Basilica dei Frari, poco lontano da Campo San Polo. In realtà il monumento funerario veneziano custodisce solo il cuore di Canova, mentre il corpo del celebre artista veneto si trova a Possagno, la sua città natale. Possagno, altra città veneta in provincia di Treviso, ospita anche il museo e la gipsoteca di Antonio Canova, nonché la sua casa natale.