Viaggiare da soli o in compagnia quest’anno?

-
23/03/2016

Viaggiare da soli o in compagnia quest’anno?

Non è facile scegliere cosa fare per le vacanze. Man mano che il bel tempo inizia a dare calore e lucentezza alle nostre giornate, il nostro pensiero si proietta sempre più verso l’estate, allegoria di relax e spensieratezza.

Seduti alla nostra scrivania o in giro per lavoro, la nostra testa inizia a chiedersi cosa potrebbe fare quest’estate, se optare per una vacanza in totale solitudine, qualora si fosse single, o altrimenti farla in coppia o organizzare una grande comitiva.

Non è semplice decidere, considerando che i fattori tempo e costo sono importanti per poter capire quale mete inserire nelle proprie idee per viaggiare.

Un buon consiglio sarebbe quello di prendere carta e penna e segnarsi le possibili destinazioni in cui si vorrebbe andare. Si è più tentati da una vacanza da soli, alla riscoperta di sé stessi, fatta di mare e divertimento, oppure si si propende di più verso un posto in cui si possa girare e visitare nuove culture?

Naturalmente un ruolo importante è rappresentato anche dall’arco temporale: quante ferie avrò quest’anno? Posso pensare ad un viaggio lungo in cui si combinino nuovi mondi e relax? Oppure sarò costretto a stare vicino alla mia terra perché ho a disposizione poco tempo?

Ciò che proponiamo oggi sono idee che richiedono un po’ di disponibilità in termini di tempo: mete come l’Asia o l’America non si girano in una settimana.

Ed è proprio oggi che ci addentriamo nelle terre inesplorate del primo continente e più nello specifico della Malesia, attraverso la sua città, il mare e la natura incontaminata che la arricchisce e la contraddistingue.


Leggi anche: Quest’anno la foto più bella scattata da un drone è di un italiano

E’ possibile organizzare il proprio viaggio scegliendo le mete secondo un proprio modus operandi, oppure affidandosi ad un’agenzia di viaggi. Tutto dipende da come volete vivere la vostra avventura.

Sicuramente le mete più ambite, a cui bisogna dedicare almeno due o tre giorni sono: la capitale Kuala Lumpur, possibile da visitare in autonomia; Penang dove ci si può addentrare nel Parco Nazionale o ammirare le bellezze di Georgetown per poi spostarsi nelle isole per rilassarsi un po’ e godersi la pace che solo le onde del mare riescono a regalarti.

Altre terre che merita esplorare sono Kinabatangan River Sanctuary o Kinabatang Abai dove è possibile dedicarsi un po’ alla storia della Malesia. E poi perché no? Se si ha ancora tempo si può addirittura raggiungere Singapore.

Scegliete la vacanza che fa più al caso vostro!