Il viaggio è una forma di conoscenza: ecco perché non privarsene

-
25/08/2016

Il viaggio è una forma di conoscenza: ecco perché non privarsene

Viaggare è un modo per conoscere nuove culture, fare nuovi incontri e mettersi alla prova facendo esperienze nuove e spesso irripetibili.

Viaggiare regala ricordi ed esperienze reali che contribuiscono alla crescita personale e culturale.

Viaggiare permette di ampliare la propria rete di conoscenze e aprire nuovi orizzonti professionali.

Queste sono solo alcuni degli elementi che costituiscono l’essenza del viaggio, motivi per i quali è assolutamente consigliabile non rinunciare mai a un’esperienza in giro per il mondo, soprattutto in giovane età, quando si è nel pieno del proprio percorso di formazione personale e professionale.

Purtroppo gli attentati terroristici ormai sempre più frequenti, rischiano di minare questa meravigliosa consuetudine, alla quale si è disposti a rinunciare per timore.

thinkstockphotos-534864637

Di fronte agli attacchi terroristici che stanno affliggendo sempre più drammaticamente molti paesi ad alto tasso di affluenza turistica, la reazione istintiva e maggiormente diffusa è quella di fare un passo indietro, rinunciando ai propri sogni internazionali, ai propri viaggi in giro per il mondo, con la conseguenza di privarsi automaticamente di tutte quelle meravigliose esperienze che concorrono a formare la propria cultura e conoscenza.

D’istinto viene da chiedersi se è ancora così “conveniente” viaggiare, se un’esperienza all’estero sia ancora un investimento per il futuro o se rappresenta solo un rischio per la vita presente.

La paura è tanta, è diffusa ed è pressante, ma bisogna fare molta attenzione per evitare di cadere nella trappola del terrore: privarsi dei viaggi equivale all’accettazione della staticità e dell’immobilismo, e nella staticità e nell’immobilismo il sapere e la conoscenza non possono svilupparsi.


Leggi anche:

Ma il sapere e la conoscenza sono le migliori armi da sfoderare per combattere il mostro del terrorismo.

Per combattere il terrore è necessario agire con coraggio, è necessario riporre tutte le proprie paure in un cassetto e fare le valigie alla scoperta di nuove culture e nuovi popoli. L’esperienza del viaggio regala una conoscenza unica che può combattere il mostro del terrorismo meglio di qualsiasi altra arma

I viaggi permettono di soddisfare la propria curiosità e la propria sete di conoscenza, sfidando la minaccia del terrorismo nel modo migliore possibile perché la cultura e la conoscenza fanno paura. Non lasciamo che la chiusura delle frontiere e la chiusura mentale prendano il sopravvento!